Quantcast

Verso le amministrative, patto politico tra Pri e Pensionati d’Europa

Lo annunciano i segretari Vincenzo Mazzei e Salvatore Romano

Più informazioni su

Nei giorni scorsi i Segretari del Partito Repubblicano Italiano – Vincenzo Mazzei e quello dei Pensionati d’Europa – Salvatore Romano hanno sottoscritto, alla presenza di una nutrita rappresentanza degli iscritti ai due Partiti un Patto politico, per affrontare uniti le prossime scadenze elettorali a partire dalle elezioni che si terranno in primavera al Comune di Catanzaro. L’accordo nasce non solo dalla comune consapevolezza di dover dare voce e rappresentanza a quanti vivono in condizioni di disagio per la scarsa attenzione manifestata finora nei loro confronti, ma anche per porre all’attenzione di coloro che concorreranno alla guida del governo della Città, la necessità di intervenire con assoluta priorità per dotare i vari quartieri dei servizi primari.

Come pensionati d’Europa ha dichiarato Salvatore Romano, rivendichiamo maggiore impegno nei confronti della terza età sia per quanto riguarda l’assistenza socio-sanitaria, sia per quanto attiene il miglioramento della qualità della vita degli anziani, che potrebbero essere una risorsa per la Città, come lo sono già per le famiglie. Non è una novità ha concluso Romeo, la nostra presenza nelle elezioni amministrative di Catanzaro, in quanto nel 2017 abbiamo partecipato con una nostra lista. La convergenza dei due Partiti ha dichiarato Vincenzo Mazzei, costituisce un fatto importante, frutto di una condivisa analisi sulle condizioni di vita della Città e della comune volontà di contribuire con idee e proposte ad individuare soluzioni non fantasiose ma percorribili.

Al centro della nostra attenzione ci sono i cittadini. A loro ci rivolgeremo e con loro cercheremo di individuare utili e percorribili proposte volte a creare una Città più unita, più solidale, più moderna e più a misura d’uomo. Una Città capace di riscoprire le sue tradizioni, la sua cultura ed il suo ruolo di capoluogo di Regione.

Una Città che sia anche modello di buon governo, dove a prevalere non sia l’interesse dei singoli ma quello generale. Una Città ha concluso Mazzei, che accanto al rigore nell’utilizzo del danaro pubblico sappia anche cogliere le opportunità offerte dalla massa enorme di finanziamenti provenienti dall’Unione Europea. 

Più informazioni su