Campetto via Fares, Rotundo: “Nessun risultato dopo segnalazioni” foto

La consigliera di Fare per Catanzaro: "In quel luogo si ritrovano giovani e bambini per trascorrere il tempo libero, ma è pericoloso e raccapricciante"

“Le segnalazioni sono state tante ma non ci sono stati risultati”. Cristina Rotundo di Fare per Catanzaro parla di una “location che potrebbe essere sfruttata al meglio e resa vivibile per i più piccoli soprattutto in previsione dell’arrivo della primavera”.

Si tratta del campetto, luogo di ritrovo e svago, sito in via Monsignor Armando Fares. “Quotidianamente – sottolinea Rotundo – si ritrovano giovani e bambini per trascorrere il tempo libero, ma la situazione dello stesso è pericolosa e raccapricciante.
Porte divelte, pali della luce con i fili della corrente elettrica scoperti e alla portata di tutti, recinzione completamente rotte con i ferri in una situazione in cui rendono inaccessibile la zona.
I bambini tutti i pomeriggi si recano lì per trascorrere delle ore in serenità ma la situazione è alquanto pericolosa. Abbiamo richiesto in Commissione urbanistica e patrimonio un immediato e urgente sopralluogo per valutare la situazione e richiedere i lavori di manutenzione prima che qualcuno si faccia male trovando la disponibilità di tutti i componenti”.

Nello stesso campetto ogni estate viene organizzato un torneo dove molti sono i giovani che si recano a giocare e assistere “quindi – conclude la consigliere comunale – spero che prima che si svolga lo stesso venga ripreso e reso più decoroso un luogo di ritrovo così frequentato. Non posso più accettare l’indifferenza sulle spalle dei più giovani, ma soprattutto non si possono abbandonare in questo modo luoghi che danno gioia e divertimento”.