Catanzaro, riforma del Catasto, Russo: “Colpisce solo i piccoli proprietari”

Il capogruppo di Catanzaro da Vivere: "Nelle pieghe della riforma si nasconde una nuova patrimoniale"

“È molto preoccupante la riforma degli estimi catastali su cui la Presidenza del Consiglio non vuole fare passi in dietro”. Lo scrive in una nota Danilo Russo consigliere comunale capogruppo di Catanzaro da Vivere.

“La Commissione europea ha chiaramente tracciato, sul tema – spiega Russo -, la strada che porta ad aumentare le tasse sugli immobili. E in merito al testo della legge-delega per la revisione del sistema fiscale, in particolare per quanto riguarda la riforma del catasto, i timori sono confermati dal fatto che è stata messo nero su bianco, nell’atto di governo che riguarda la riforma fiscale e che ha al suo interno la stessa revisione del catasto, una disposizione coerente – sulla base di quanto dice il ministero dell’Economia – con la raccomandazione della Commissione europea, la quale chiede da tempo all’Italia di intervenire sul catasto con un aggiornamento al fine di compensare, aumentando la tassazione sugli immobili, la riduzione di altre forme di tassazione, in particolare quelle sul lavoro.

A mio avviso una riforma fiscale che riguardi Iva, Irpef, Irap, catasto e tanti altri aspetti della fiscalità italiana, avrebbe bisogno di un esame più attento, approfondito e di tempi lunghi. Il contrario, in sostanza, di quanto accade adesso, con un Governo che pare intenzionato ad agire in pochi mesi penalizzando solo i proprietari con l’introduzione di una vera e propria nuova patrimoniale sugli immobili che inciderà su tantissimi cittadini.

Faccio pertanto un appello a deputati e senatori calabresi perché sulla riforma del catasto facciano pressione sul Parlamento e sullo stesso Governo, in modo da agire con cautela senza penalizzare, ancora più di quanto non lo siano stati in questi ultimi anni, i proprietari di immobili”.