Quantcast

Speziali insieme all’amministrazione di Squillace dall’assessore regionale Minasi

La delegazione che ha presentato e di cui è stato il patrocinatore era composta dal Sindaco Pasquale Muccari e dall'Assessore Rosetta Talotta

“Questa mattina (20 Aprile), ho avuto modo di accompagnare l’Amministrazione Comunale di Squillace presso l’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali, guidato dalla cara amica On.le Tilde Minasi, che ringrazio di cuore e con riconoscenza.
La delegazione che ho presentato e di cui sono stato il patrocinatore era composta dal Sindaco Pasquale Muccari e dall’Assessore Rosetta Talotta, a me presentati dal parroco della Concattedrale don Enzo Iezzi, al quale va la mia devota riconoscenza per la sua incessante opera di testimonianza e Fede, anche in seguito all’ospitalità umana e caritatevole data ad un folto numero di rifugiati ucraini”. Lo scrive in una nota Vincenzo Speziali Componente della Direzione Nazionale dell’UDC e Commissario Cittadino di Catanzaro UDC.

“Proprio don Enzo – scrive Speziali – prima della Santa Messa di Pasqua, celebrata da Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Claudio Maniago, Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace e alla quale ho avuto il privilegio di assistere come figlio fedele, ha rappresentato l’angoscia e le incertezze in cui vivono i lavoratori stagionali del medesimo Comune, chiedendo vicinanza e conforto, oltre ad un lecito sostegno, alfine di occuparsi, chiaramente nel rispetto delle normative vigenti, del loro futuro.
Sua Eccellenza Reverendissima ha espresso parole di conforto ed io prontamente ho assicurato che avrei esperito quantomeno un lecito tentativo di supporto, non solo in ossequio alla mia fede cristiana, seppur attuata, in questo caso, nella laicità delle istituzioni e in ottemperanza alle leggi (verso le quali assicuriamo rispetto e osservanza), ma sapendo anche, per l’appunto, che avrei dato supporto sociale e istituzionale al nostro Pastore e una presenza, spero non simbolica, alle lecite necessità del territorio e delle persone, più specificatamente.
Ciò rientra nei comportamenti di ciascun cristiano, il quale è un missionario laico e un democristiano ancora di più”.

Speziali aggiunge: “Correttamente ho tenuto informato anche il capo dell’opposizione in Consiglio Comunale a Squillace, ovvero il caro e vecchio amico Oldani Mesoraca, che a sua volta mi ha esortato ancora ad occuparmi della questione di specie e ad informarli, al pari di quanto faranno, certamente, il Sindaco Muccari e l’Assessore Talotta.
Sono intervenuto, convintamente (informando il mio Partito ed anche il Segretario Provinciale uscente, il quale è preso da esclusive tribolazioni di una parte del territorio a lui affidato e di cui non si ha traccia ed evidenza di positiva ed incisiva soluzione del suo operato) e ho dato impegno e riscontro alle istituzioni interessate con precisione e dettaglio.
Riconfermo quanto è mio preciso dovere morale assistere politicamente i leciti bisogni della comunità tutta -anche a fronte di un’implicita chiamata in causa dalla magnanimità del mio Pastore- ragione per la quale rinnovo, persino, l’affettuoso ed intimo legame che ho con Squillace, dove il mio prozio Mons. Raffaele Morisciano resse la cattedra di Vescovo”.

Vincenzo Speziali