Quantcast

È morta Assunta Almirante, nata a Catanzaro nel 1921

Romana d’adozione, vedova dello storico segretario del Movimento Sociale italiano

È morta Assunta Almirante. La vedova di Giorgio Almirante aveva 100 anni. Era nata a Catanzaro il 14 luglio 1921. Romana d’adozione, vedova dello storico segretario del Movimento Sociale italiano.

Sposò Almirante, con cui stava dal 1952, soltanto nel 1969, dopo la morte del primo marito Federico de’ Medici, da cui aveva già avuto tre figli. Il matrimonio venne celebrato tramite rito di coscienza, perché il divorzio non era ancora stato introdotto.

Assunta Almirante fu sempre considerata la memoria storica della destra italiana; anche dopo la morte del marito, nel 1988, non lesinò consigli e critiche, a volte dure, ai leader che negli anni si sono avvicendati alla guida dei partiti nati dopo la fiamma tricolore. Polemica della svolta di Fiuggi, che con Gianfranco Fini, nel 1995 portò allo scioglimento del Msi e all’affermazione di Alleanza nazionale, appoggiò nel 2007 la nascita de La Destra, di Francesco Storace.

Stigmatizzò la fusione di An con Forza Italia nel Popolo della Libertà e la successiva scissione che portò Fini a fondare Futuro e Libertà per l’Italia.

Tra i primi a pubblicare messaggi di cordoglio via social Maurizio Gasparri, che la ricorda come “generosa, prodiga di consigli, sincera, infaticabile custode della memoria di Giorgio Almirante” e “punto di riferimento per tanti”.

La leader di Fratelli D’Italia, Giorgia Meloni, la descrive come “una donna straordinaria, schietta, intelligente. Un pilastro della memoria storica della destra italiana”. Mentre il segretario della Lega, Matteo Salvini scrive su Twitter: “Buon viaggio e una preghiera per donna Assunta Almirante, cent’anni vissuti intensamente”.