Quantcast

Morte Assunta Almirante, Cardamone: “Addio all’ultimo baluardo storico della destra italiana”

L'assessore alla cultura: òa sua figura sia stata un riferimento ed un’ispirazione per intere generazioni

Con la scomparsa di donna Assunta Almirante, se ne è andato l’ultimo baluardo storico della destra italiana, di cui è stata autentica depositaria di valori e memoria. Lo scrive Ivan Cardamone assessore comunale alla Cultura

E’ superfluo dire quanto la sua figura sia stata un riferimento ed un’ispirazione per intere generazioni e per chi si è avvicinato alla politica grazie agli esempi illuminati di uomini e donne capaci di difendere con passione ed integrità morale le proprie idee. Donna Assunta Almirante, forte delle sue radici catanzaresi, ha sempre combattuto per non far disperdere l’eredità politica del marito ed il patrimonio di valori del Movimento sociale italiano. Il suo modello, oggi, assume ancora più importanza in un contesto, come quello attuale, dove appartenenza e militanza non sembrano più essere delle cifre caratteristiche del linguaggio politico.

Guardando alle amministrative del Capoluogo, assistiamo, infatti, a degli schieramenti fluidi e trasversali, dettati più dalle rivalse o dalle ambizioni personali piuttosto che da una comune visione politica ed identitaria. C’è gente che ha rinnegato anche il proprio passato pur di raggiungere degli obiettivi noncurante che la storia non si cancella.

E’, questa, anche la sconfitta della politica e dei partiti che hanno abdicato al loro ruolo e che oggi si stanno dimostrando troppo miopi per poter costruire un progetto che vada al di là della partita elettorale da vincere a tutti i costi. La bandiera del civismo, del populismo richiamata dai più, non può essere sventolata a piacimento, magari per mascherare operazioni ibride che hanno ben altra natura. Ricordare oggi figure come quella di donna Assunta Almirante, che ho avuto il piacere di incontrare lungo il mio percorso politico, significa anche riflettere su quello che la politica e il centrodestra oggi possono esprimere, con la speranza di non vedere sacrificata la propria identità sull’altare dell’opportunismo e del personalismo”.