Comunali a Cerva, Rizzuti si ricandida

Il giovane primo cittadino cervese, classe 1974,  cerca la conferma

Più informazioni su

Negli ambienti della politica locale pochi erano i dubbi: “Fabrizio Rizzuti si ricandida per carica di primo cittadino di Cerva”.

Il giovane primo cittadino cervese, classe 1974,  cerca la conferma e non cela ambizioni e motivazioni. In una lunga dissertazione, Fabrizio Rizzuti parla di Progetto futuro come gruppo coeso, parla  di buon governo, riassumendo così cinque anni di gestione della cosa pubblica.

“Con la stessa determinazione e con un amore per il mio paese – argomenta Fabrizio Rizzuti, anni 48 – ancora più grande di 5 anni fa ho deciso di ricandidarmi alle prossime elezioni amministrative del 12 giugno a sindaco del Comune di Cerva, luogo in cui sono nato e nel quale ho deciso di costruire e vivere con la mia famiglia. Dopo cinque anni, durante i quali abbiamo affrontato la pandemia e tutte le criticità che ha portato con sé, ho deciso di tornare a chiedere la fiducia agli elettori sostenuto da una squadra fantastica, di cui sono molto orgoglioso. Ringrazio tantissimo i nuovi candidati che mi hanno dato la loro disponibilità pur sapendo che ora non è assolutamente facile amministrare. Ringrazio i due assessori uscenti che si sono ricandidati, per il lavoro svolto e per quello che continueranno a svolgere. E ovviamente ringrazio chi è stato al mio fianco durante il mio primo mandato, facendo tanto per la comunità. Oggi come cinque anni fa, la squadra condivide priorità e obiettivi. Quando nel 2017 ci siamo presentati per amministrare, abbiamo messo al centro del programma la forte attenzione al sociale e la precisa volontà di far ripartire un paese che aveva bisogno di un’opera di rilancio.

La comunità nella sua interezza, dai bambini, ai giovani, agli anziani sono stati e continueranno ad essere al centro della nostra azione amministrativa.

“In questi cinque anni ci siamo trovati ad affrontare problematiche diverse, gravi e impegnative: sentenze, dovute alle azioni di precedenti amministratori, che hanno rischiato di mandare il comune in dissesto; dissesto evitato solo grazie alle buone pratiche amministrative da noi attuate, che ci ha visti costretti a sacrificare l’interesse di pochi per la salvaguardia del benessere collettivo; problematiche scaturenti da atti adottati da precedenti amministratori che hanno intaccato il buon nome della nostra comunità;gravi dissesti idrogeologici causati dalle alluvioni del 2018 in territori di competenza del nostro comune.  Nonostante le difficoltà il nostro impegno per il sociale non è mai mancato: abbiamo collaborato per la ripartenza del centro anziani, abbiamo messo la scuola in primo piano diventando un esempio da seguire in tema di rapporto comune-scuola. Nonostante le difficoltà, abbiamo appaltato e realizzato importanti lavori pubblici, per un totale di quasi oltre due milioni di euro, con risultati importanti in tema di efficientamento energetico, videosorveglianza, gestione dei rifiuti, adeguamento degli impianti sportivi, dissesto idrogeologico e tanto altro ancora che evidenzieremo in sede di presentazione del nostro programma di Governo”.

“Ma il lavoro più importante è stato svolto nell’affrontare la pandemia. Siamo stati, sempre in prima linea in tutte le iniziative per fronteggiare l’emergenza, abbiamo avviato importanti campagne di screening gratuiti per la comunità e nelle scuole; abbiamo sostenuto il personale sanitario nell’organizzazione per la somministrazione di oltre 250 vaccinazioni delle fasce più deboli; abbiamo sostenuto, nel nostro piccolo, le attività commerciali ed artigianali con la consegna di materiale sanitario oltre che risultare efficienti e tempestivi nella gestione dei fondi messi a disposizione dal Governo per l’emergenza sanitaria – si legge. Infine, siamo orgogliosi dei risultati raggiunti con le nostre buone pratiche amministrative, che hanno permesso al Comune di Cerva di essere l’unico Ente che dal 2018 ha diminuito la Tari e raggiungere, già nel 2019, una percentuale di RD che va oltre il 71%, terzo paese in tutta la provincia di Catanzaro e nei primi 10 della Calabria”.

“Con alle spalle cinque anni di lavoro intenso, che ci hanno permesso di raggiungere i risultati desiderati, la nostra squadra guarda ora con fiducia ed entusiasmo ai prossimi cinque consapevole che i piccoli comuni, con il Next Generation EU (NGEU), saranno protagonisti dell’attuazione di diverse linee di intervento, tra le quali: i servizi socio-assistenziali, disabilità e marginalità; l’efficientamento degli edifici pubblici; i trasporti locali sostenibili e la digitalizzazione e modernizzazione della pubblica amministrazione. Sappiamo – conclude –  che c’è ancora molto da fare per proseguire in questo cammino e per questo, spinti dall’amore per la nostra comunità, siamo pronti a lavorare anche per i prossimi cinque anni per continuare a migliorare Cerva.  Con l’augurio che il programma predisposto dal nostro gruppo per il prossimo quinquennio possa diventare il programma politico di tutta la cittadinanza e con la speranza che la sua realizzazione possa essere volano di sviluppo e di crescita per il nostro territorio, i componenti della lista civica PROGETTO FUTURO augurano a tutti i cittadini di Cerva una democratica campagna elettorale, che ci accompagni verso le elezioni Amministrative del 12 Giugno 2022.”

Insieme a Fabrizio Rizzuti, sono candidati alla carica di consigliere: Borelli Raffaele; Colosimo Alessio; Larotondo Dario; Mazzei Domenica; Muraca Luana; Scalese Giacomo; Scalzi Jessica e Scalzi Raffaele.

 

Più informazioni su