Comunali, si scaldano gli animi. Talerico contro Costanzo

"Donato prenda le distanza dal modus operandi del suo alleato"

“Ho chiesto al candidato Valerio Donato di prendere pubblicamente le distanze dalle gravi ed infamanti dichiarazioni e dal contegno assunto in questi giorni di campagna elettorale da parte di uno dei suoi principali alleati, tal Sergio Costanzo, nei confronti dei candidati di una delle mie liste (“Io scelgo Catanzaro”) e, quindi nei confronti della mia persona.
Il sig. Sergio Costanzo dopo aver aggredito, giorni addietro, verbalmente e per strada uno dei presentatori della lista “io scelgo Catanzaro”, insultandolo ad alta voce più volte e definendolo pagliaccio, ha inteso pubblicare sul suo profilo facebook un post dal seguente tenore : “Gli artisti di io scelgo Catanzaro…Antonello Talerico Sindaco…per un futuro Royal”, oltre agli ulteriori commenti inqualificabili che possono leggersi”. E’ quanto scrive, in una nota, Antonello Talerico, candidato a sindaco, in replica ad un’uscita social del candidato in Consiglio Comunale nonché consigliere uscente Sergio Costanzo.

“A questo post che qualifica già l’autore dello scritto (ed anche coloro che hanno messo il mi piace) è stato associato un manifesto del circo Royal, così paragonando i candidati della lista “io scelgo Catanzaro” agli animali da circo – si legge.
In un primo momento ho ritenuto di giustificare l’infelice esternazione del Costanzo essendo ben noto a tutti come costui proprio nella sua veste di impiegato di una nota azienda che vende animali e mangimi è imputato in un processo penale e, quindi magari per deformazione professionale lo stesso avrebbe ritenuto di rievocare gli animali (da circo) con cui lui interagisce per motivi lavorativi. Sia pur vero che la Procura della Repubblica ipotizza a carico del sig. Costanzo il reato di assunzione fittizia presso il negozio di rivendita di animali e mangimi, attraverso la quale avrebbe ricevuto un indebito rimborso da parte del Comune di Catanzaro per una somma pari ad euro 78.749,00 euro. Ora mi chiedo come possa il prof. Valerio Donato, al di là delle garanzie connesse al processo penale, ritenere di poter elevare il livello e la qualità della composizione del Consiglio Comunale, se tra le sue file ci sono personaggi come il sig. Costanzo non nuovo ad esternazioni e ad atteggiamenti discutibili e ben note ai più. A ciò si aggiunga che alcuni candidati delle mie liste sono stati costretti a ritirarsi dalla competizione per talune pressioni subite da terzi – prosegue la nota dell’aspirante sindaco.  Ho chiesto a queste persone di sporgere formale denuncia-querela”.

“Sarà mia cura segnalare l’accaduto anche alla Prefettura di Catanzaro ed alla Procura della Repubblica. Personalmente avevo chiesto a Valerio Donato di lasciare fuori dalla competizione alcuni personaggi, tra cui il sig. Costanzo, ma mi venne risposto che Costanzo era un elemento fondamentale e di cui non ne avrebbe fatto a meno. Detto ciò rinnovo l’invito al candidato Valerio Donato – conclude l’aspirante sindaco – di avere il coraggio di prendere le distanze da questo modus operandi del suo alleato Sergio Costanzo, anche se mi sarei già aspettato -senza dover ricorrere a solleciti formali- una manifestazione di solidarietà nei confronti dei candidati attinti dall’offesa pubblica, alcuni dei quali anche colleghi di Donato”.