Volt Catanzaro su aeroporto: “Un nuovo nome, vecchi problemi”

Per Volt "l'aeroporto dovrebbe prendere un nome che leghi tutti i calabresi"

“Sicuramente negli ultimi giorni si è fatto tanto parlare dell’aeroporto di Lamezia Terme che per la nuova giunta, guidata da Nicola Fiorita, dovrebbe cambiare nome in ‘Aereoporto Internazionale Lamezia Terme- Catanzaro’.
Premesso che ovviamente non possiamo che essere d’accordo con la proposta, essendo la zona di Lamezia Terme l’unica, nel territorio catanzarese, in grado di ospitare un aeroporto internazionale, così come capiamo le ragioni di chi, in consiglio comunale ha specificato che il nome dovrebbe essere ‘Catanzaro-Lamezia Terme’, come già succede in molte altri casi, come ad esempio quello di Roma-Fiumicino, comprendiamo i motivi di orgoglio locale per la città di Lamezia-Terme. Ci teniamo quindi ad esprimere un nuovo modo di vedere la questione.

La Calabria è ormai da tempo estremamente divisa e dilaniata dal campanilismo. Basta chiedere agli studenti fuorisede, delle università calabresi, delle proprie esperienze di vita da cittadino calabrese, in un’altra città calabrese. Vi racconteranno come, almeno una volta magari anche solo per scherzo, abbiano ricevuto degli epiteti (in alcuni casi anche abbastanza offensivi) legati solamente al luogo di provenienza della persona. Ovviamente nessuna città si salva da questa situazione.

Sarebbe forse più facile, forse, immaginare la nostra regione come 5 macro-villaggi che non vogliono e non intendono comunicare tra loro. Sicuramente parte di questo campanilismo deriva da anni di politica divisiva e di questioni politiche isolazioniste, per cui ancora l’intera regione soffre e fa soffrire parte dei suoi cittadini.
Sappiamo perfettamente che il campanilismo non è una questione solamente calabrese, ma che bene o male tutte le regioni ne soffrono, ma la Calabria ha un territorio, un’economia e un tasso di sviluppo che non gli permettono questo ‘lusso’.
Questa visione deve provare ad essere superata. Non è possibile che nel 2022 si pensi ancora di essere migliori di altri solo per il semplice fatto di essere nati in una città (o in uno stato) piuttosto che in un’altra. Queste polemiche non sono coerenti con un’infrastruttura che ha il compito di unire paesi e culture, un po’ come fanno i ponti (motivo per il quale questi ultimi sono rappresentati sulle banconote dell’Euro).

L’aeroporto internazionale di Lamezia-Terme allora, a nostro avviso, dovrebbe prendere un nome che leghi tutti i calabresi e che riprenda la nostra tradizione e la nostra storia come già succede per altre infrastrutture analoghe in tutt’Italia. Alcuni esempi potrebbero essere:
● Aeroporto internazionale dei Bruzi (riprendendo una vecchia questione regionale);
● Aeroporto internazionale Mattia Preti – Lamezia Terme-Catanzaro;
● Aeroporto internazionale della Magna Graecia – Lamezia Terme-Catanzaro;
● Aeroporto internazionale degli Itali – Lamezia Terme-Catanzaro

Questi ovviamente sono solo degli esempi e sicuramente persone più esperte di noi potranno suggerirne di migliori, e anzi invitiamo a farlo.

Contemporaneamente però, indipendentemente dal nome che eventualmente verrà scelto, sappiamo perfettamente che la problematica principale dell’aeroporto di Lamezia è il collegamento che questo ha con le principali città calabresi, con poche corse di autobus e un collegamento ferrato praticamente nullo.
Ci auguriamo che la questione possa risolversi velocemente e che si possano affrontare le questioni più urgenti che riguardano lo sviluppo del territorio catanzarese, in maniera sinergica e in ottica di unità territoriale e di cooperazione a livello provinciale ma anche regionale”. E’ quanto scrive il partito volt in un comunicato stampa entrando nel merito della questione dibattuta in questi giorni.