Quantcast

Servizi di consulenza per le aziende agricole, al via il progetto della Cooperativa Servizi & Formazione

Hanno aderito oltre 500 aziende che operano in tutta la regione Calabria

Ai nastri di partenza il progetto presentato dalla Cooperativa Servizi & Formazione a valere sul PSR Calabria 2014/2020 e approvato dalla Regione Calabria – Dipartimento Agricoltura, che prevede l’erogazione di servizi di consulenza per le aziende agricole che hanno aderito all’iniziativa facendone espressa richiesta attraverso la sottoscrizione di apposita modulistica ed esprimendo i propri fabbisogni in termini di acquisizione conoscenze e competenze.

Grazie alla fitta rete di rapporti con il territorio e alle partnership sviluppate con  diversi CAA (Centri di Assistenza agricola) e con numerosi professionisti/consulenti del settore operanti in tutte e 5 Province calabresi – riferisce il Presidente dell’ente dott. Giuseppe Tallini –  al progetto hanno aderito oltre 500 aziende che operano in tutta la regione Calabria e nei diversi comparti dell’agricoltura, della trasformazione, e soprattutto della produzione con il metodo dell’agricoltura biologica, quindi attente alle tematiche agro-climatiche-ambientali, infatti troviamo aziende operanti nel comparto olivicolo e viticolo, agrumicolo, orticolo, cerealicolo e dell’allevamento di animali”.

I destinatari dei servizi di consulenza in armonia con quanto previsto dalle Disposizioni attuative e dai Criteri di selezione sono composti da aziende condotte da un giovani con età inferiore a 40 anni, aziende che operano in montagna ed in area svantaggiata, il 30% dei servizi da erogare riguardano l’ammodernamento della filiera, oltre il 30% delle aziende aderiscono ai regimi facoltativi – agricoltura biologica, oltre il 50% degli imprenditori appartengono alla categoria degli  Agricoltori professionali (IAP, CD, datore di lavoro), per cui il progetto si rivolge ad una vasta platea.

I servizi di consulenza toccano diversi ambiti tematici: gli obblighi a livello aziendale derivanti dai criteri di gestione obbligatori e/o dalle buone condizioni agronomiche e ambientali, le pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente,  le misure a livello aziendale previste nel PSR Calabria 2014-2020 volte allo start up, all’ammodernamento dell’azienda, al perseguimento della competitività ed al posizionamento sui mercati volte all’integrazione di filiera, allo sviluppo della filiera corta, alla diffusione di regimi di qualità, le norme di sicurezza sul lavoro e le norme di sicurezza connesse all’azienda agricola, lo sviluppo delle filiere corte, l’agricoltura biologica, ecc.

E’ un progetto ambizioso – prosegue il Presidente – in quanto ha come obiettivo prioritario quello di   potenziare la redditività e la competitività del settore agricolo permettendo agli agricoltori, ai giovani agricoltori, ai silvicoltori di avvalersi di servizi per  migliorare la gestione sostenibile, la performance economica e ambientale della loro azienda. Inoltre attraverso l’erogazione di tali servizi, si intende dare un vero sostegno allo sviluppo delle conoscenze e delle competenze, elementi essenziali se si vogliono migliorare gli aspetti gestionali, l’approccio con l’esterno e con gli altri competitor, e se si vuole contribuire alla creazione reti relazionali che consentano uno sviluppo socio economico delle proprie aziende e del territorio in cui le stesse operano”.