Le rubriche di Catanzaro Informa - L'inedito

Estate in sicurezza anche dalle truffe

Lo ha ribadito il nuovo questore di Catanzaro, Mario Finocchiaro, in più di un’occasione pubblica già all’indomani della fine del lockdown che riaffidarsi ad una normale gestione della vita estiva comporta anche da parte dei cittadini il considerare alcune semplici norme per evitare rischi non soltanto sanitari.

 

Così vale per i gestori dei locali che hanno riprogrammato le loro attività economiche ridimensionando gli spazi e la tipologia di servizi che necessariamente devono mantenere ancora la necessità di non assembramento sia nei ristoranti che nei locali o lidi sulla costa deputati  all’intrattenimento al fine di evitare incresciose azioni punitive in flagranza di reato.

 

Riguardo la possibilità di affittare case vacanza il sito della Polizia di Stato offre un vademecum di otto regole da tenere in conto che, riassunte, invitano a considerare l’offerta sui siti internet verificando che le immagini siano realistiche, complete e non troppo patinate; la descrizione completa e dettagliata dell’immobile per verificarne l’effettiva esistenza; contattare l’inserzionista via chat per conferme ulteriori; che il prezzo dell’immobile risulti  adeguato; di incontrare l’inserzionista; valutare la richiesta e valore caparra  che è legittima, purché non superiore al 20% del totale; non inviare documenti personali: carta d’identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti ed effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato, l’IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator.

 

Vale sempre la campagna  “Non siete soli  #chiamatecisempre” per contrastare truffe alle persone anziane di cui esiste dal 2016 un opuscolo consultabile anche sul sito ufficiale della Polizia di Stato in cui ci sono utili consigli per esempio tenere accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.

Considerare che i primi posti esaminati dai ladri sono : armadi, cassetti, quadri, letti, vestiti, interno dei vasi: evita di tenervi soldi o valori.

Danila Letizia