Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Raggianti come stelle!

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
ai testi biblici, della Messa di Domenica 1 Novembre 2020
(Festa di Tutti i Santi)

 

DALLA PRIMA LETTURA (Apocalisse di Giovanni 7,2-4.9-14)

L’Apocalisse di Giovanni è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Un giorno io presi Giovanni e gli feci vedere i quattro angeli, che stavano per dare inizio alla fine del mondo. Ad un tratto arrivò un altro angelo, con in mano il Mio sigillo, che gridava a gran voce: «Aspettate, aspettate: prima devo segnare col sigillo di Dio tutti gli uomini buoni della terra!». E segnava sulla fronte migliaia e migliaia di persone. Dopo arrivò una moltitudine immensa di gente, tanti che nessuno poteva contarli: di ogni razza e lingua. Stavano tutti in piedi davanti al Mio trono e davanti a Gesù Cristo: felicissimi. Erano avvolti in vestiti RAGGIANTI e, portando nelle mani le palme della vittoria, gridavano a gran voce: «Siamo stati salvati da Dio che siede sul trono: e da Gesù Cristo!». Allora gli angeli, gli anziani ed i quattro cherubini che stavano intorno al trono, adorandomi in ginocchio dicevano: «A Dio siano dati lode e gloria, riconoscenza ed onore, potere e forza. Nei secoli dei secoli, amen!». Uno degli anziani poi chiese a Giovanni: «Chi sono questi con i vestiti RAGGIANTI? Da dove vengono?». Giovanni gli rispose: «Tu lo sai meglio di me». E lui: «Sì, sono quelli che hanno sofferto per amore del Signore e, avendo sbiancato le loro vesti col sangue di Cristo, ora stanno sempre accanto a Dio: felici e RAGGIANTI COME STELLE!» “ .

 DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 23,1-6)

Questo salmo è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Beati quelli che cercano il Mio volto. Mio è il mondo e tutto ciò che contiene: la terra e tutti i suoi abitanti. Io l’ho creata: posizionandola tra i fiumi e gli oceani. Chi potrà salire nel Mio regno? Ed abitare nella Mia casa? Chi ha mani innocenti e cuore buono: e non si affida agli idoli. Per questo tu affidati solo a Me, che sono il Signore: ed Io ti benedirò. Ti farò giustizia: sarò la tua salvezza. Beati quelli che cercano il Mio volto, perché vivranno per sempre alla Mia presenza: felici e RAGGIANTI COME STELLE!”.

DALLA SECONDA LETTURA (prima lettera di Giovanni 3,1-3)

Questa lettera di Giovanni è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca di Giovanni – ci dice: “Carissimo, Io sono tuo Padre Dio: e ti voglio tanto bene. Tanto che ti considero Mio figlio. Ci pensi allora? Tu sei “figlio di Dio”: lo sei veramente! Ecco perché alcuni non ti amano: se non amano Me che sono il Padre, non possono amare nemmeno te che sei Mio figlio. Quindi tu fin d’ora, carissimo, sei “figlio di Dio”: ma non sai cosa diventerai. Per questo ora te lo dico: un giorno sarai simile a Me, perché Mi vedrai così come veramente Io sono! Come Gesù Cristo è puro infatti, se speri in Lui un giorno sarai purificato. E vivrai per sempre alla Mia presenza: felice e RAGGIANTE !“.

DAL VANGELO (Matteo 5,1-12a)

 Questo vangelo è Parola di Dio. Quindi è Gesù che ci parla e ci dice: “Vedendo le folle che venivano a Me sfiduciate, un giorno salii su una montagna. E sedutomi, dissi con autorità:

 

«Beati voi umili: perchè sarete i proprietari del cielo.

Beati voi afflitti: perché sarete consolati da Dio.

Beati voi miti: perché erediterete il mondo.

Beati voi che subite ingiustizie: perchè riceverete giustizia.

 

Beati voi che sapete perdonare gli altri: perchè sarete perdonati da Dio.

Beati voi che avete il cuore buono: perchè vedrete il Signore.

Beati voi che cercate di costruire pace: perchè siete veramente figli di Dio.

Beati voi che siete perseguitati ingiustamente: perchè possiederete il regno dei cieli.

 

Beati voi, quando vi calunnieranno: e solo perché siete miei discepoli, mentiranno e diranno cose false contro di voi. Quel giorno dovete rallegrarvi ed esultare: perchè la vostra ricompensa sarà grandissima. Io infatti vi farò entrare nel Mio magnifico regno di gioia, dove vivrete per sempre felici: RAGGIANTI COME STELLE !»”.

 

 

 

a cura di Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it