Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Siate sereni!

Più informazioni su

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti ai testi biblici, della Messa di Domenica 6 Dicembre 2020.

                                                                                    

DALLA PRIMA LETTURA (libro del profeta Isaia 40,1-5.9-11)

Così diceva il profeta Isaìa, mentre il popolo ebraico piangeva per la deportazione a Babilonia: “Io sono un messaggero, che il Signore ha mandato per consolarvi: per consolare il Suo popolo! Per parlare al vostro cuore: ed annunziarvi che la vostra sofferenza sta per finire. I vostri peccati infatti sono stati scontati: e presto tornerete SERENI! Io sono una voce che grida nel deserto e dice: «Il Signore sta per venire a liberarci!». Ed io ho il compito di preparargli la via. Preparatevi all’arrivo del Signore quindi: tracciate una strada nel deserto, per il nostro Dio che viene a salvarci! Raddrizzate le vostre vite, prima che sia troppo tardi. Perché quando Lui arriverà, raddrizzerà ogni cosa: persino le pianure si drizzeranno in piedi, e le montagne si prostreranno a terra! Lui manifesterà la Sua potenza gloriosa: davanti a tutti. Questo è ciò che vi annunzio, a nome del Signore!”. Salirò su una montagna e vi griderò questa bellanotizia: alzerò la voce, perchè devo dare una bellanotizia al mio popolo. Sì, alzerò la voce: senza paura! E dirò a tutti: “Ecco, sta arrivando il nostro Dio. Eccolo, il Signore viene a liberarci: con il Suo braccio potente. Eccolo, porta con sé il premio: la ricompensa per tutti quelli che lo amano. Sì, perchè Dio farà con noi come fa il pastore con i Suoi agnellini smarriti: con la Sua mano ci raccoglierà tutti insieme e, da impauriti che eravamo, ci farà tornare SERENI. Portandoci dolcemente a sé: stringendoci forte al Suo petto!”.

 

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 84,9-14)

Facci sentire Signore, la Tua misericordia: e TORNEREMO SERENI. Ascoltate quello che dice Dio il Signore: perchè annuncia SERENITÀ e pace a tutti quelli che Lo amano. Sì, ascoltatelo e vedrete la Sua salvezza che viene dal cielo: sentirete la Sua presenza sulla terra. In Lui si coniugano amore e verità: si baciano giustizia e pace. Sì, perché Dio farà germogliare la verità dalla terra: e piovere la giustizia dal cielo. Statene certi, il Signore vuole solo il nostro bene: per questo nel mondo farà germogliare i Suoi frutti. Dove c’è Lui infatti, c’è giustizia: per questo quelli che seguono i Suoi passi, sempre cammineranno SERENI !

 

DALLA SECONDA LETTURA (seconda lettera di Pietro 3,8-14)

Anche se il Signore non è ancora venuto a porre fine alle ingiustizie, voi SIATE SERENI. C’è una cosa infatti che non dovete mai dimenticare, fratelli: che per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno! Lui allora non è in ritardo nel mantenere le Sue promesse, come alcuni pensano. Semmai Lui è paziente: perché non vuole che qualcuno di voi si perda, ma che tutti abbiano il tempo di cambiare. Un giorno però il Signore verrà, come un ladro all’improvviso: e quel giorno trionferà la giustizia. Si sentirà un grande boato, i cieli spariranno, gli elementi si squaglieranno: e la terra si dissolverà. Ma voi SIATE SERENI: perché anche se il mondo finirà in questo modo, se avrete vissuto rispettando gli uomini e pregando Dio, Lui vi salverà. Anzi voi dovreste aspettare quel giorno: desiderare che venga in fretta, il momento in cui i cieli si incendieranno e la terra si squaglierà. A noi infatti Dio ha promesso nuovi cieli, ed una terra completamente nuova: in cui regneranno solo la felicità e la giustizia. Perciò carissimi fratelli, nell’attesa che accadano queste cose, fate in modo che il Signore vi trovi senza colpa e senza macchia: vivendo in pace e SERENITA’ !

DAL VANGELO (Marco 1,1-8)

Questo è l’inizio del “vangelo” di Marco. La parola “vangelo” significa “bellanotizia”, perché è stato scritto per gridare al mondo la “bellanotizia” di Gesù Cristo: il Figlio di Dio. Così diceva nella Bibbia il profeta Isaìa: “Ecco, io sono un messaggero mandato da Dio per preparargli la via. Sono una voce che grida nel deserto e dice: «Preparatevi all’arrivo del Signore! Raddrizzate le vostre vite! »”. Anche Giovanni Battista fu mandato prima dell’arrivo di Gesù Cristo: per preparargli la via. E battezzava nel deserto, invitando le persone a lavarsi dai propri peccati e cambiare: raddrizzando le loro vite. Accorrevano da Giovanni tutta la regione della Giudea: e tutti gli abitanti di Gerusalemme. Lui li battezzava nel fiume Giordano, e quelli confessavano i loro peccati: ritrovando SERENITA’. Giovanni era un personaggio molto austero: viveva come un eremita nel deserto, si vestiva con una cintura e peli di cammello, nutrendosi solo di miele ed animali selvatici. Ma era anche molto umile. Infatti diceva sempre: “Sappiate che chi verrà dopo di me, è molto più grande di me: tanto che io non sono degno nemmeno di legargli i lacci delle scarpe! Io vi ho solo battezzato bagnandovi la testa, Lui invece vi accenderà il cuore: riempiendolo di Spirito Santo e SERENITA’!”.

 

a cura di Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it

 

Più informazioni su