Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - Giovane… e la fede?

Novena con i giovani 3. Perdonarsi

Ognuno di noi porta qualcosa in sé che intacca in maniera negativa i propri ricordi. Un gesto, una situazione, un periodo che vorremmo non avessimo mai vissuto eppure sono lì a rimproverarci qualcosa. Il senso di colpa ci attanaglia e ci fa sentire brutti, cupi e rabbiosi. La rabbia perché non riusciamo a guardare più noi stessi con lo sguardo pulito e ci rimproveriamo eternamente.
Il peccato si svela in tutto il suo splendore con il senso di colpa che ci fa sentire macchiati, piccoli, impotenti di guardare a noi stessi con soddisfazione. Il problema sta nel fatto che non riusciamo a perdonarci. Oltre a sentirci smarriti e soli ci sentiamo anche imperfetti e allora vengono giù i problemi.

Abbiamo bisogno dello sguardo d’amore, uno sguardo che ci restituisca bellezza perché il perdono nasce anzitutto dallo sguardo che Dio posa su di noi.

Lui che sa guardare oltre ciò che abbiamo combinato, oltre le imperfezioni e ci restituisce la perfezione dei figli. Nel Natale, quando Dio si fa Figlio nella culla del presepe riscopriamoci figli belli, perdoniamoci perché siamo perdonati, guardiamoci perfetti perché Dio ci ha resi perfetti.

Fr. Rocco Predoti