Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Siate Forti!

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti ai testi biblici, della Messa di Domenica 20 Dicembre 2020.

DALLA PRIMA LETTURA (secondo libro di Samuele 7,1-5.8b-12.14a.16)

Quando i nemici che lo circondavano gli diedero un pò di tregua e finalmente potè tornare nella sua reggia, il re Davide disse al profeta Nàtan: “Non è giusto: perchè io ora abito in una casa lussuosa, mentre l’arca di Dio che contiene i 10 comandamenti sta ancora in una misera tenda. Voglio metterla in un grande tempio: costruire al Signore una magnifica casa!”. Il profeta Nàtan gli rispose: “Realizza pure questo tuo desiderio: perchè il Signore è con te!”. Ma quella stessa notte Dio parlò al profeta Nàtan e gli disse: “Torna dal mio servo Davide e riferiscigli queste mie parole: «Davvero tu credi di poter costruire un‘abitazione all’Onnipotente? Di potere dare una casa tu a Me? Io ti ho preso mentre pascolavi le pecore: facendoti diventare il capo del mio popolo. E sono stato sempre con te: ovunque andavi. Io ti ho reso FORTE, liberandoti dai nemici che ti venivano addosso: ti ho reso grande, come gli uomini più grandi della terra. Sarò Io allora a scegliere un luogo dove far abitare voi, che siete il mio popolo. Lì Io vi pianterò e vi farò vivere tranquilli, senza più paure. Lì vi renderò FORTI: affinchè i malvagi non possano più opprimervi, come è accaduto in passato. Tu volevi costruirmi una casa: ma Io – il Signore – ti annuncio che Tu ed i tuoi discendenti, sarete voi la mia casa! Perché quando i tuoi giorni saranno finiti e tu riposerai con i tuoi antenati, Io farò nascere tra i tuoi discendenti un grande re: che renderò stabile e FORTE. Io sarò per lui come un Padre: e lui sarà per me come un figlio. Così la tua famiglia ed il tuo trono, saranno per sempre saldi e FORTI: ed il tuo regno non finirà mai !»”.

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 88,2-5.27-29)

Così diceva il re Davide, in uno dei suoi salmi: ”Canterò per sempre l’amore del Signore: farò sapere a tutte le generazioni, quanto sei fedele. La tua fedeltà infatti dura per sempre, ed il tuo amore è stabile: non finisce mai! Il Signore ha detto di me: «Io ho scelto il re Davide come mio servo: stringendo con lui una indissolubile alleanza d’amore. Per questo renderò FORTI i suoi discendenti, di generazione in generazione: ed il suo regno non finirà mai! Lui mi invocherà dicendomi: -Signore, tu sei il mio Dio, mio Padre: la mia roccia di salvezza!-. Ed Io lo amerò per sempre: affinchè la mia alleanza con lui, sia sempre solida e FORTE!»”.

DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani di Roma 16,25-27)

Carissimi fratelli, lodate Dio: perché Lui ha il potere di rendervi FORTI e mantenervi saldi, alla bellanotizia annunciata da Cristo. In Gesù infatti, si è rivelato proprio il misterioso progetto d’amore di Dio: taciuto per secoli, annunciato dalle scritture e dai profeti, ed ora per volontà di Dio manifestato a tutte le genti, affinché tutti possano giungere alla fede ed obbedire al Signore. Per questo a Dio, che solo è sapiente, ed a lui per mezzo di Gesù Cristo, sia sempre data gloria: nei secoli dei secoli amen !

DAL VANGELO (Luca 1,26-38)

Maria era una ragazza di Nàzaret, fidanzata con Giuseppe: un falegname, discendente del re Davide. L’angelo Gabriele andò da lei e le disse: “Rallègrati Maria, perché il Signore è con te: ti ha benedetta e riempito di grazia!”. Ma lei non era contenta: anzi sembrava impaurita. L’angelo allora le disse: “No Maria, non avere paura: perché Dio è contentissimo di te. Molto presto scoprirai di aspettare un bambino, che dovrai dare alla luce: e chiamare Gesù. Sarà grande e FORTE: e chiamato ‘il Figlio di Dio’. E siederà sul trono che fu di re Davide, l’antenato di Giuseppe: è lui infatti quel discendente di re Davide di cui parlano le Scritture, il cui regno non finirà mai!”.

Maria rispose dubbiosa: “Io però non ho mai avuto rapporti: come posso aspettare un bambino?”. Sul suo volto si leggeva una certa preoccupazione: anche perché se fosse rimasta incinta adesso, chissà cosa avrebbero potuto pensare di lei. Ma l’angelo le rispose deciso: “Non capisci Maria? Quel bambino è ‘Figlio di Dio’: sarà quindi lo Spirito Santo, lo Spirito di Dio, a scendere su di te e mettertelo in grembo. Non hai visto tua cugina Elisabetta? Tutti la consideravano sterile: ed invece è già al sesto mese di gravidanza. A Dio nulla è impossibile!”. La ragazza allora sorrise. E rispose con coraggio: “Al diavolo i dubbi e le paure! Se Dio da me vuole questo, che sia fatta la Sua volontà!”. Era una ragazza davvero coraggiosa e semplice: umile e FORTE !

a cura di Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it