Le rubriche di Catanzaro Informa - Contrappunti

La città è altrove

Più informazioni su


    Una città impensabile, dominata da anni da un senso di triste rassegnazione e di incontrastato declino, segna a tratti, inaspettatamente, momenti di risveglio e di vitalità assolutamente imprevisti e imprevedibili. Segni che giungono, ogni volta, da un “altrove” difficilmente definibile, impossibile da circoscrivere in un qualsiasi recinto o contesto programmato. Ogni volta, tali inaspettate rivelazioni, ci mostrano di nuovo la verità certamente confortante, anche se per alcuni innegabilmente un po’ scomoda, che “la città è altrove”. È altrove, fuori dai contesti in cui ogni volta si tenta di rinchiuderla e di dominarla, quella città che nonostante tutto sa dimostrarsi ancora viva, creativa, innovativa: capace di immaginarsi diversa e di vedere un altro futuro possibile. È altrove : in luoghi che risultano ai più inaccessibili, quasi del tutto immateriali, fatti di idee, progetti, visioni, capaci di dare la sveglia, per un attimo, alla sonnolenta immagine di una città postuma.

    Così, proprio nel momento in cui, con le dimissioni di Salvatore Scalzo e la sua amara conferenza stampa, viene archiviata l’esperienza politica più vitale e innovativa che la nostra città abbia mai conosciuto, un festival animato e ideato da un gruppo di giovani creativi e intraprendenti, Alt!rove appunto, riesce a rianimare e a colorare luoghi dimenticati e abbandonati dei tanti dispersi quartieri della città impensabile. Non-luoghi che acquistano, così, una loro possibile identità, offrendosi come possibile immagine di un altrove che, nonostante tutto, ancora riaffiora, nelle pieghe consuete del disordine e dell’incuria quotidiana…

    Più informazioni su