Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - Contrappunti

La Calabria, ‘oltre confine’

Più informazioni su


    Chiunque sia passato, nei giorni della Fiera del Libro, dal Lingotto di Torino, non potrà non avere notato, al centro del Padiglione 3, in prossimità della spettacolare “piazza dei lettori”, uno stand particolarmente accogliente, aperto, multiforme… uno stand che si configurava anch’esso in realtà come agorà, luogo di incontro, di dialogo e di ascolto. Una caratterizzazione precisa, con un tema sullo sfondo, un programma ricco e articolato.

    Si trattava dello stand della Regione Calabria, oggetto di una cura e di una capacità culturale di programmazione e di articolazione dei contenuti che apparivano evidenti, a partire dal bel libretto di presentazione, nel quale grande spazio veniva dedicato al tema di fondo di quest’anno: Omaggio a Corrado Alvaro. Notevole, più di ogni altra cosa, proprio il fatto di aver scelto e programmato lo spazio intorno ad un tema, cosa che distingueva lo stand regionale calabrese da tutti gli altri, compreso quello un po’ anonimo e di difficile “lettura” della regione ospite di quest’anno, la Toscana.

    Nel ricco e articolato programma dei tre giorni di fiera, sono passati nomi prestigiosi, come Vittorio Sgarbi e Sergio Givone, spettacoli serali di grande successo, come quello di Francesca Prestia dedicato alle donne di Corrado Alvaro, tavole rotonde e momenti partecipatissimi di dibattito.

    Insomma, la Calabria “oltre il confine” dà il meglio di sé stessa, diventa attraente, competitiva, accogliente. In fondo è sempre stato così ed è un po’ nel nostro DNA … i più grandi successi, le migliori performance sono sempre quelle dei calabresi “oltre confine”. Quei calabresi illustri che, una volta rientrati, semmai ancora qualcuno rientri, nella propria terra, si vedranno costretti a mettersi in coda, a scomparire nella folla delle clientele politiche, delle mediocrità campanilistiche, di un provincialismo che divora il meglio, espellendolo da sé. Ecco ahimè il “contrappunto”, il risvolto negativo di questa bella pagina di Calabria, scritta alla fiera del libro di Torino. Eppure, al rientro, possiamo sempre ritrovarci nella straordinaria XV edizione del Progetto Gutenberg!! Anche questo “senza confini”, da sempre: pronto a tenere alta la nostra voglia di cambiare, nonostante tutto, questa terra ostinata e dura, anche al di qua di quel perimetro contorto, materiale e immateriale, che ancor ci stringe.

     

     

      

     

    Più informazioni su