Le rubriche di Catanzaro Informa - Contrappunti

Una giornata particolare

Più informazioni su


    Sabato 27 gennaio, pomeriggio. La Biblioteca De Nobili, cuore del centro storico di Catanzaro, sia dal punto di vista urbanistico che da quello più propriamente storico-culturale, apre le sue porte, di solito chiuse, ad un evento speciale.

    Sabato 27 gennaio 2018, giornata della memoria. Un appuntamento diventato ormai “rituale” civile, che ci ha aiutato in questi anni a ricostruire un rapporto con la memoria più scomoda, quella che spesso si tende a rimuovere. Lo sterminio nazifascista, i campi di concentramento. Nazifascista: poiché la complicità è originaria, radicale, innegabile.  Nonostante tanta falsa retorica che per troppo tempo ci ha tenuto un po’ distanti dalla responsabilità che si tendeva a diluire, minimizzare, nascondendosi all’ombra del “mostro” nazista. Bene, come tutti noi sappiamo, e anche i nostri alunni ormai meglio di noi, il modello di quel “mostro” lo abbiamo cresciuto e allevato noi. Senza quel modello, non sappiamo cosa sarebbe veramente avvenuto in Germania, all’indomani della fragile ma bellissima esperienza democratica e culturale della Repubblica di Weimar. Fragilità della democrazia, lezione quanto mai attuale: per noi, oggi, in Italia.

    27 gennaio 2018: quanto mai urgente e necessaria una celebrazione forte, sentita, diffusa, di quella giornata, come nel monito del Presidente Mattarella.

    27 gennaio, sabato pomeriggio: la Biblioteca De Nobili ospita Casa Pound. Nel giorno che la nostra Repubblica antifascista, le nostre scuole, le istituzioni tutte, dedicano alla memoria della Shoah, a Catanzaro il Comune ospita la manifestazione pubblica del suo contrario! I retori del negazionismo, del neofascismo, delle nuove forme di discriminazione razziale di oggi.

    La notizia ha avuto una certo eco sulla stampa, è vero. Ma ritengo sinceramente che lo scandalo non sia stato per nulla adeguato alla straordinaria gravità dell’accaduto. Non ne risulta traccia nei miserevoli dibattiti del Consiglio Comunale, non mi pare che nessuno abbia provveduto ad informare il Presidente della Repubblica o il Parlamento di quanto accaduto. Non mi pare che alcuno dei responsabili abbia riconosciuto la propria colpa. Solo giustificazioni, minimizzazioni, occultamento. Come per decenni è stato, in Italia, sugli orrori incancellabili del nazifascismo.

    27 gennaio 2018, Biblioteca De Nobili di Catanzaro: “Una giornata particolare”….           

    Più informazioni su