Le rubriche di Catanzaro Informa - Eros/psyche

Frigidità . . .

Più informazioni su


    Quando si parla di frigidità, si intende solitamente una donna che non è in grado di godersi il rapporto sessuale. Nell’uomo, si manifesta come incapacità, parziale o completa, di raggiungere o mantenere l’erezione fino alla fine dell’atto sessuale; nella donna, invece, con parziale o completa mancanza di appetito sessuale che si manifesta con un’assenza di lubrificazione e congestione della vagina fino al completamento dell’atto sessuale. I problemi di frigidità possono essere di carattere psicologico oppure fisiologico, nel caso in cui siano fisiologici, bisogna ricorrere all’aiuto di un medico; nel caso in cui, invece, questi problemi abbiano un’origine di carattere psicologico è spesso possibile risolverli all’interno della coppia stessa. Prima di tutto bisogna individuare le cause. Perché non si sente (più) il desiderio di fare l’amore? Perché quando si fa l’amore non ci si sente (più) coinvolte? Perché non ci si eccita (più)?
    Le cause possono essere tantissime, forse ci sono state delle esperienze negative nel passato, forse è colpa dell’educazione ricevuta, forse non piace più il proprio corpo perché è ingrassato, oppure forse è colpa del partner che è egoista o frettoloso o semplicemente inesperto.
    Una volta individuata la causa bisogna parlarne col il proprio partner, bisogna spiegargli con delicatezza cos’è che disturba, perché l’unica soluzione sta proprio nel fatto di cambiare le abitudini sessuali, nel cercare insieme di migliorare l’intesa sessuale. Non ci si deve aspettare che i problemi si risolvano entro qualche giorno, ci vorrà l’impegno serio e continuato da parte di ambedue i partner.
    Come avviene per le altre disfunzioni sessuali,le persone che soffrono di frigidità, si possono dividere in: la donna che soffre di frigidità primaria e non ha mai sperimentato piacere erotico con nessun partner in nessuna situazione; la donna che soffre di frigidità secondaria e che in passato reagiva alla stimolazione sessuale, almeno in certa misura. Tipicamente, queste persone si eccitavano con il “petting” prima di sposarsi, ma hanno perso la capacità a reagire più tardi, quando il coito è diventato l’obiettivo esclusivo di ogni incontro sessuale.
    Molte donne non-reattive considerano l’esperienza sessuale come un duro compito, anche se l’avversione a questa esperienza varia da donna a donna. Alcune si prestano al contatto sessuale soltanto per mantenere in vita il matrimonio; altre, che provano autentica repulsione verso il contatto sessuale e che lo trovano spaventoso o disgustoso, fanno di tutto per evitarlo; un terzo gruppo di donne frigide che non trovano sensazioni erotiche in conseguenza della stimolazione sessuale, è capace tuttavia di godere degli aspetti fisici non-erotici del contatto sessuale, come il toccarsi e lo stare vicini.
    Uno dei vari metodi per ritrovare il desiderio sessuale e il piacere può essere il massaggio reciproco. I partner si massaggiano a turno, con molta colma e relax; quando ambedue sono pronti, si può passare al massaggio erotico: si toccano e accarezzano le parti più sensibili e intime. Si passa ad un rapporto completo solamente quando tutti e due i partner sono pronti; la pazienza è fondamentale da parte del partner che raggiunge l’eccitazione per primo. Imporre un rapporto completo alla partner quando questa non è ancora pronta significherebbe fare un passo indietro.

    Più informazioni su