Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Battezàti d’amore

Più informazioni su


    Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
    ai testi biblici, della Messa di Domenica 12 Gennaio 2020
    (Festa del Battesimo di Gesù)

     

     

    DALLA PRIMA LETTURA (libro del profeta Isaìa 42,1-4.6-7)

    Questa lettura è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca del profeta Isaìa – ci dice: “Io ti sostengo: perché tu sei Mio servo. Perchè Io ti ho scelto: e su di te ho riversato tutto il mio AMORE. Su di te ho posto il Mio Spirito: affinché tu possa portare al mondo la Mia giustizia. Tu non gridare, non alzare il tono della voce: non metterti a fare discorsi pomposi nelle piazze. Ma senza infierire su nessuno e senza essere aggressivo, dici semplicemente la verità: con chiarezza. Non scoraggiarti, non abbatterti: ma vai avanti con tenacia, fino a quando non sarà ristabilita la giustizia. E vedrai che anche le popolazioni più lontane, ascolteranno i Miei insegnamenti. Sì perché Io, il Signore, ti ho preso per mano: ti ho chiamato a portare nel mondo la Mia giustizia. Ti ho formato: ti ho mandato a ricordare agli uomini la mia alleanza. Ad illuminare i ciechi con la Mia luce, a far vedere ai prigionieri il sole: ad inondare gli uomini con il Mio AMORE !”.

     

    DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 28,1-2;3ac-4;3b.9-10)

    Questo salmo è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Io ti benedirò con la Mia pace. Voi che siete i Miei AMATISSIMI figli, date gloria al Mio nome: inginocchiatevi davanti alla Mia porta santa. Non abbiate paura, perchè la mia voce potente muove gli oceani: e calma ogni tempesta. Quando la Mia parola tuona nel tempio, tutti gridano felici: “Sia benedetto il Signore!”. Anche tu allora, benedicimi sempre: perché Io sono il Re dell’Universo. E seduto sul trono del cielo, governo il mondo con AMORE !”.  

     

    DALLA SECONDA LETTURA (Atti degli Apostoli 10,34-38)

    Questa lettura è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca di Pietro – ci dice: “Ti vuoi rendere conto sì o no, che Io non faccio mai preferenze di persone? Io accolgo e AMO come figli, tutti quelli che si affidano a Me e praticano la giustizia: a qualunque nazione essi appartengano. E per dimostrarvi che per Me siete tutti Miei figli, Io ho mandato nel mondo per tutti il Mio Figlio AMATISSIMO: come Signore di tutti. Quando fu battezzato da Giovanni infatti, su di Lui scese lo Spirito Santo e la Mia voce potente esclamò: “Questo è il mio AMATISSIMO Figlio: nel quale ho riversato tutto il Mio AMORE!”. E da quel giorno Gesù cominciò a girare tutte le città della Galilèa e della Giudèa, risanando e liberando tutti quelli che erano sotto il potere del diavolo: perché Io ero con Lui !”.

     

    DAL VANGELO (Matteo 3,13-17)

     

    Questo vangelo è Parola di Dio. Quindi è Gesù che ci parla e ci dice: “Quando venne il momento di dare inizio alla Mia missione, andai al fiume Giordano da Giovanni Battista: chiedendo di essere BATTEZZATO come gli altri, molto umilmente. Ma Giovanni, con altrettanta umiltà rispose: “Tu vieni da me? Semmai sarei io che dovrei farmi BATTEZZARE da te!”.

     

    Io però desideravo che la Mia missione iniziasse all’insegna dell’umiltà: ed insistetti per essere BATTEZZATO come gli altri. Ma proprio mentre stavo per uscire dall’acqua, lo Spirito Santo si posò su di Me: sotto forma di colomba. E dal cielo si sentì la voce potente di mio Padre che diceva: “Tu sei il Mio AMATISSIMO Figlio: nel quale ho riversato tutto il Mio AMORE !”.

     

     

    a cura di Antonio Di Lieto

    www.bellanotizia.it

    Più informazioni su