Le rubriche di Catanzaro Informa - La Bella Notizia

La mia legge è amare

Più informazioni su

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
ai testi biblici, della Messa di Domenica 16 Febbraio 2020.

DALLA PRIMA LETTURA (libro del Siràcide 15,16-21)

Questa lettura è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Se osserverai la Mia LEGGE ed AMERAI Dio ed il prossimo, Io sarò il tuo custode: se avrai fiducia in Me, Io proteggerò la tua vita. Tu infatti sei libero di scegliere: se mettere la mano nell’acqua o nel fuoco. Allo stesso modo hai davanti la vita e la morte: e delle due riceverai quella che scegli. La Mia sapienza è grande e la Mia forza infinita, perché Io sono il Signore che vede ogni cosa: il cui sguardo benevolo veglia sempre su quelli che lo AMANO. Io so quello che fai e che farai, ma a nessuno ho mai comandato di essere malvagio. A nessuno ho mai dato il permesso di peccare: sei tu quindi, che decidi se trasgredire la Mia LEGGE oppure AMARE!”.

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 118,1-2.4-5.17-18.33-34 )

Questo salmo è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Sarai beato, se sceglierai la strada giusta: e camminerai nella Mia LEGGE. Sarai beato, se custodirai i Miei insegnamenti: e Mi cercherai con tutto il cuore. Io infatti ti ho dato i Miei ordini, affinchè li osservi scrupolosamente. Per questo custodiscili nel tuo cuore: eseguili con passo deciso! Io sono buono, con te che sei Mio servo: per questo ti darò vita, affinchè tu possa mettere in pratica la Mia parola. Ti aprirò gli occhi: affinchè tu possa capire quanto è piena d’AMORE la Mia LEGGE. Io sono il tuo Signore: e ti insegnerò a percorrere la Mia strada fino in fondo. Ti darò l’intelligenza per comprendere la Mia LEGGE: e la capacità di AMARLA ed osservarla, con tutto il cuore !”.

DALLA SECONDA LETTURA (prima lettera di Paolo ai cristiani di Corinto 2,6-10)

Questa lettera è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca di Paolo – ci dice: “Ama gli altri come fratelli: e fai come Paolo, al quale quando discuteva con cristiani maturi, capitava spesso di parlare della Sapienza. Non però di quella sapienza umana che possiedono i potenti di questo mondo: questa un giorno sarà ridotta al nulla! Parlava invece della sapienza divina: del progetto d’AMORE che Io ho fin dall’eternità, di donarti la Mia gloria senza fine. Una sapienza nascosta per secoli, che nessuno dei potenti di questo mondo ha mai avuto. Se l’avessero avuta, non avrebbero certo crocifisso Mio Figlio: il Signore della gloria. Sta scritto infatti nella Bibbia: «Per tutti quelli che veramente Mi AMANO, Io ho preparato cose straordinarie: che nessun occhio ha mai visto, nessun orecchio ha mai sentito, nessun cuore ha mai provato!». Se veramente AMERAI DIo ed il prossimo allora, riceverai questa grande felicità: per mezzo del Mio Spirito. Lo Spirito Santo infatti, che conosce ogni cosa di Dio (anche la più nascosta), ti riempirà per l’eternità con il Mio AMORE!”.

 

DAL VANGELO (Matteo 5,17-37) forma lunga

Questo vangelo è Parola di Dio. Quindi è Gesù che ci parla e ci dice: “E’ vero, a volte non rispettavo le LEGGI ed i sabati prescritti da Mosè, ma questo non significa che sia venuto ad abolire le LEGGI della Bibbia e l’insegnamento dei profeti. Tutt’altro: sono venuto proprio per dar loro pieno significato! Fino a quando esisteranno il cielo e la terra infatti, non sarà cancellata dalle Scritture nemmeno una parola: nemmeno una virgola!

 

Se quindi trasgredirai anche il più piccolo dei Miei ordini, e insegnerai agli altri a fare altrettanto, nel regno dei cieli sarai l’ultimo. Se invece metterai in pratica anche il più piccolo dei Miei insegnamenti, e spingerai gli altri a fare altrettanto, nel regno dei cieli sarai grande. Insomma se vuoi ricevere la gioia eterna, devi essere giusto ed AMARE: più di quanto non facessero gli scribi ed i farisèi.

 

Ad esempio nella Bibbia c’è scritto: «Non devi uccidere: chi uccide qualcuno ne dovrà renderne conto!». Ma io ti dico di più: dovrai rendere conto, anche se vivi pieno di rabbia verso gli altri. Se offendi un uomo gridandogli con odio: «Sei uno stupido!», un giorno ne risponderai. Se insulti un fratello dicendogli con arroganza: «Sei un povero pazzo!», sei già sulla strada che porta all’inferno.

 

Perciò se ti trovi davanti all’altare per fare un’offerta a Dio, e ti ricordi che qualcuno ce l’ha con te, vai prima a far pace con lui: e poi torna dopo a presentare la tua offerta. E così se sei in lite con qualcuno, prima di trascinarlo in tribunale, cerca di trovare con lui un accordo. Perché i giudici potrebbero dare torto a te, sbatterti in prigione: e farti pagare fino all’ultimo centesimo!

 

Nella Bibbia c’è scritto poi: «Non commettere adulterio». Ma io ti dico di più: nel tuo cuore stai già commettendo adulterio, anche se getti occhiate di desiderio verso la donna di un altro. Se i desidèri del tuo occhio ti portano alla rovina infatti, bèndatelo: perché è meglio vivere con un occhio solo felici, che soffrire con tutti e due gli occhi per l’eternità. E se la rabbia della tua mano ti sta portando alla rovina, lègatela: perchè è meglio vivere con una mano sola felici, che soffrire con tutte e due le mani per l’eternità.

 

La legge di Mosè poi, dice pure: «Puoi divorziare da tua moglie, mandandogli una lettera di ripudio». Ma io ti dico: AMA sempre la donna che hai legittimamente sposato. Se divorzi da lei infatti, la lasci libera di commettere adulterio. Così come se sposi una donna divorziata, commetti adulterio con lei.

 

Ed infine la Bibbia dice pure: «Non giurare il falso: mantieni sempre i tuoi giuramenti!». Ma io ti dico: è meglio non fare giuramenti affatto, perché tu non possiedi niente su cui poter giurare. Non puoi giurare sul cielo né sulla terra perchè non sono tuoi (sono il trono e lo sgabello di Dio), nè su Gerusalemme che è la città del Signore, e nemmeno puoi giurare sulla tua testa: perché non hai il potere di far diventare bianco o nero nemmeno uno solo dei tuoi capelli!

 

Semplicemente allora limitati a dire “sì” quando devi dire “sì”, e “no” quando devi dire “no”: senza aggiungere altre mille promesse e paroloni. Io insomma non voglio che tu faccia grandi giuramenti o che rispetti regole complicate. Ma che segui semplicemente La Mia LEGGE, che è la più limpida e bella del mondo: AMARE !”.

a cura di Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it

 

 

Più informazioni su