Le rubriche di Catanzaro Informa - La Bella Notizia

Figli del cielo

Più informazioni su

    Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
    ai testi biblici, della Messa di Domenica 24 Maggio 2020
    (Solennità dell’Ascensione di Gesù al cielo)

     

    DALLA PRIMA LETTURA (Atti degli Apostoli 1,1-11)

     

    Questa lettura è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: – Carissimo ‘Teò-filo’, ‘amico-del-Signore’, già Luca nel suo vangelo ti ha raccontato tutto quello che Mio Figlio Gesù ha detto e fatto: dagli inizi fino a quando – dopo aver fatto le sue ultime raccomandazioni agli apostoli – è salito in CIELO. Prima di andarsene infatti, dopo la Sua morte, è riapparso ai suoi discepoli vivo: per ben 40 giorni di seguito. Finchè un giorno, mentre mangiavano insieme, li salutò raccomandando loro di restare a Gerusalemme ed aspettare che si realizzasse questa promessa: “Tra non molti giorni scenderà su di voi, la forza dello Spirito Santo!”.

     

    Gli chiesero allora i discepoli: “Signore, stai per far scendere sulla terra il regno di Dio”?. Ma Gesù rispose (con queste parole che rivolge anche a te): “Non spetta a voi sapere quando il Padre farà scendere il Suo regno: ma io ti assicuro che farò scendere su di te la forza dello Spirito Santo. E con coraggio porterete il mio messaggio a Gerusalemme, nelle regioni vicine: e su tutta la terra!”. Detto questo, fu alzato in CIELO sotto i loro occhi: e scomparve inghiottito dalle nubi. I discepoli stavano ancora guardando in alto, incantati, quando due angeli con le vesti bianche esclamarono: “Uomini, perchè avete la testa fra le nuvole? Gesù un giorno tornerà: ed il regno di Dio trionferà nel mondo. Ora andate quindi a svolgere la vostra missione sulla terra. Ed un giorno diventerete come Lui: FIGLI DEL CIELO !” -.

     

    DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 46,2-3.6-8)

    Questo salmo è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Io sono il Signore che, tra i canti di gioia, prende posto in CIELO. Popoli tutti, battete le mani! Io sono il tuo Dio meraviglioso: acclama al Mio nome, gridando di gioia. Io sono l’Altissimo: il Re che governa tutta la terra dal CIELO. Io ho preso posto sul mio trono, tra squilli di tromba: tra le acclamazioni di tutti, sono salito in CIELO. Su, cantami inni: canta a Me, che sono il Re dell’Universo. Canta la Mia grandezza, con tutta la tua arte: perché Io sono il Re di tutta la terra. Colui che governa tutti i popoli del mondo: dal trono del CIELO !

     

     

    DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani di Èfeso 1,17-23)

    Questa lettera è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca di Paolo – ci dice: “Ama gli altri come fratelli. Ed Io che sono il Dio di Gesù Cristo, e Padre glorioso di tutte le creature, farò entrare dentro di te il mio spirito di sapienza: affinché tu possa conoscermi sempre più profondamente. Illuminerò il tuo cuore, per farti capire quanto è grande la speranza a cui ti ho chiamato. Quanto è immenso il tesoro che erediterai: e quanto è forte la potenza con cui Io opero, quando ti affidi a Me. E’ la stessa potenza con cui Io ho resuscitato Mio Figlio dalla morte, facendolo sedere alla Mia destra in CIELO: al di sopra di tutte le autorità, le forze e le potenze di questo e dell’altro mondo. Io infatti ho messo ai piedi di Mio Figlio tutto l’universo, per poi dare a voi credenti Lui come vostro capo: trasformandovi in organi del Suo corpo. Attraverso di te che credi in Lui quindi, Egli si manifesta pienamente: Lui che dal CIELO domina su tutte le cose !”.

    DAL VANGELO (Matteo 28,16-20)

    Questo vangelo è Parola di Dio. Quindi è Gesù che ci parla e ci dice: “Dopo avermi visto risorto, gli 11 apostoli andarono su una montagna della Galilèa: dove Io avevo dato loro appuntamento. Nel rivedermi vivo, subito si inginocchiarono: ma ancora dubitavano. Io allora mi avvicinai e dissi loro: “Guardatemi bene: sono proprio Io. Mio Padre mi ha resuscitato davvero: dandomi ogni potere, in terra ed in CIELO. Ora andate e fate miei discepoli in tutto il mondo: battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Insegnate loro quello che Io ho insegnato a voi. E ricordate che Io sarò sempre al vostro fianco: tutti i giorni fino alla fine del mondo. Seguitemi sulla terra, ed anche voi diventerete come me: FIGLI DEL CIELO !”.

     

    a cura di Antonio Di Lieto

    www.bellanotizia.it

    Più informazioni su