Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Sempre allegri!

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti ai testi biblici, della Messa di domenica

Più informazioni su

    di Antonio Di Lieto

    DALLA PRIMA LETTURA (libro del profeta Sofonìa 3,14-18a)

    Così dice il profeta Sofonìa: “Su, siate ALLEGRI. Gridate di gioia, esultate di felicità: gioite con tutto il cuore! Sì, perchè il Signore ha revocato la nostra condanna: ha disperso i nostri nemici. Popolo mio, non temere! Nessuna sventura può abbatterti: perché Dio è sempre al tuo fianco. Non avere paura: non lasciarti cadere le braccia dallo scoraggiamento. Perchè il Signore ti sta sempre vicino: e Lui è un salvatore potente. Dio dall’alto ti vede: e felice ti rinnova con il Suo amore. Dal cielo ti guarda e gioisce per te: esultando di ALLEGRIA !”.

    DAL SALMO RESPONSORIALE (libro del profeta Isaìa 12,2-6)

    Così dice il profeta Isaìa: “Cantate ed esultate di ALLEGRIA: perchè un grande Dio abita in mezzo a noi! Il Signore è la mia salvezza: se confido in Lui, chi può farmi paura? E’ Lui la mia forza ed il mio canto: quante volte mi ha salvato! Venite allora a dissetarvi con gioia, alle sorgenti della salvezza. Ringraziate il Signore: ed invocatelo sempre. Fate conoscere a tutti i popoli le Sue meraviglie: proclamate al mondo la Sua grandezza. Cantate al Signore inni di lode: perché ha fatto cose straordinarie che tutta la terra deve conoscere. Un grande Dio abita in mezzo a noi: quindi cantate ed esultate di ALLEGRIA !

     DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani di Filìppi 4,4-7)

    Carissimi fratelli, siate SEMPRE ALLEGRI. Ve lo ripeto ancora: state sempre lieti! Mostratevi cordiali ed amabili verso tutti. Il Signore è vicino: quindi non lasciatevi angustiare dai problemi. Di qualsiasi cosa abbiate bisogno, esponete le vostre necessità a Dio: pregandolo e ringraziandolo sempre. E vedrete che la Sua pace, che è più grande di ogni preoccupazione umana, custodirà le vostre menti ed i vostri cuori: facendoli traboccare d’ALLEGRIA !

    DAL VANGELO (Luca 3,10-18)

    In quel tempo molte persone andavano da Giovanni Battista e gli chiedevano: “Come dobbiamo comportarci?”. Lui rispondeva: “Chi di voi ha tanti vestiti, ne dia a chi non ne ha. E chi ha troppi soldi o cibo, faccia la stessa cosa: cercando di far tornare l’ALLEGRIA sul volto di chi soffre!”. 

     Un giorno andarono a farsi battezzare da lui anche alcuni pubblicani (esattori delle tasse famosi per la loro corruzione) e gli chiesero: “E noi maestro? Come dobbiamo comportarci?”. Giovanni rispose: “Non chiedete di più di quanto è stabilito dalla legge: svolgete il vostro lavoro onestamente!”.

     Anche alcuni soldati romani gli chiesero: “E noi? Come dobbiamo comportarci?”. E Giovanni rispose: “Non estorcete danaro a nessuno con la violenza: accontentatevi della vostra paga!”.

     Visto che molti cominciavano a chiedersi se fosse lui il Messia, Giovanni precisò: “Io vi battezzo con acqua, il Messia invece accenderà i vostri cuori col fuoco: il fuoco dello Spirito Santo! Lui è molto più forte di me: ed io non son degno, nemmeno di sciogliergli i lacci delle scarpe! Lui sì che verrà a fare giustizia, perché avrà in mano il rastrello per raccogliere il grano buono e bruciare quello cattivo: nel fuoco eterno!”.

     Così e con molte altre esortazioni, annunciava la bellanotizia dell’arrivo di Cristo: e quelli che lo ascoltavano, riacquistavano gioia ed ALLEGRIA !

     

     

    Più informazioni su