Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Buttatevi tra le mie braccia

Più informazioni su

    Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
    ai testi biblici, della Messa di Domenica 8 Maggio 2021.

     

     

    DALLA PRIMA LETTURA (dagli Atti degli Apostoli 13,14.43-52)

     

    In quei giorni Paolo e Bàrnaba arrivarono nella città di Antiòchia. Al sabato entrarono nella sinagoga e, invitati a commentare le Scritture, cominciarono a parlare di Gesù. All’uscita molti ebrei si avvicinarono a loro infervorati, dicendo di credere in Cristo: ma Paolo e Barnaba dissero loro che ciò che conta, è soprattutto perseverare nella fede. Il sabato seguente infatti venne ad ascoltarli quasi tutta la città: compreso molti pagani. E vedendo tutta quella gente, proprio gli ebrei che il sabato prima si erano così entusiasmati, si ingelosirono: e cominciarono a contraddire Paolo, insultandolo.

     

    Ma Paolo e Bàrnaba non si scomposero, e con estrema franchezza affermarono: “Bene, noi avevamo il dovere di portare prima di tutto a voi ebrei, lo splendido messaggio di Gesù. Ma se voi lo respingete e non vi ritenete degni della felicità eterna, non c’è problema: ci rivolgeremo ai pagani. Così infatti ci ha ordinato il Signore, quando attraverso il profeta Isaia ha detto: – Portate la Mia luce in tutte le nazioni: la Mia salvezza, per tutte le estremità della terra! -“. Ascoltando quelle parole, i pagani presenti decisero di diventare cristiani: e lodavano Dio pieni di gioia.

     

    La parola di Gesù così cominciò a diffondersi in tutta la regione. Gli ebrei di Antiòchia allora, invidiosi, si rivolsero ad alcune nobildonne loro devote: per convincere le autorità della zona a cacciare Paolo e Bàrnaba dalla città. I due però non si scoraggiarono: e scuotendo la polvere da quel territorio, si trasferirono nella vicina Icònio. Ad Antiòchia comunque lasciarono molti discepoli, che li salutarono pieni di Spirito Santo e gioia: quella che nasce quando CI SI BUTTA NELLE BRACCIA di Cristo !


    DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 99,2-3.5)

    Noi siamo il Suo popolo: e come un Pastore con i suoi agnellini, Dio ci guida e ci ama. Acclamate al Signore, uomini di tutta la terra. Servitelo con gioia: presentatevi a Lui esultando. Riconoscete che il Signore è Dio: Lui ci ha fatti, quindi siamo Suoi. Noi siamo il Suo popolo: e come un Pastore con i suoi agnellini, Lui ci guida e ci ama. Andate a Lui: e BUTTATEVI NELLE SUE BRACCIA. Perché il Signore è buono, il Suo amore dura per sempre: la Sua fedeltà non finisce mai !

     

    DALLA SECONDA LETTURA (Apocalisse di Giovanni 7,9.14b-17)

    Io, Giovanni, ho visto in cielo tante di quelle persone che nessuno poteva contarle: di ogni razza e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono di Dio e davanti a Gesù Cristo: felicissimi. Erano avvolti in vestiti raggianti: e portavano nelle mani le palme della vittoria. Uno degli anziani mi disse: “Questi sono quelli che hanno sofferto per amore del Signore e, avendo sbiancato le loro vesti col sangue di Cristo, ora stanno sempre accanto a Lui: servendolo giorno e notte pieni di gioia. Dio che siede sul trono, li terrà sempre sotto la Sua protezione. Non avranno mai più nè fame nè sete, perché come un Pastore con i suoi agnellini, Gesù li porta a dissetarsi al fiume della gioia eterna. Dio stesso asciuga ogni lacrima dai loro occhi: tenendoli felici per sempre, tra le SUE BRACCIA !”.   

     

    DAL VANGELO (Giovanni 10,27-30)

    In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: “Come il Pastore con i Suoi agnellini, io vi amo e vi conosco tutti: uno per uno. Quando vi chiamo, voi riconoscete la mia voce: perciò accorrete e BUTTATEVI NELLE MIE BRACCIA! Seguitemi: ed io vi darò la gioia eterna. Stringetevi a Me e non vi perderete: nessuno infatti può strapparvi dalle mie mani. Anzi, nessuno può strapparvi dalle mani di Dio: perché io ed il Padre siamo uguali. Sì, perchè è stato proprio Lui ad affidarvi a Me: quindi BUTTATEVI NELLE MIE BRACCIA !”.

     

     

    a cura di Antonio Di Lieto

    www.bellanotizia.it

    Più informazioni su