Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Pace ed allegria

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti ai testi biblici, della Messa di Domenica 3 Luglio 2022

DALLA PRIMA LETTURA (libro del profeta Isaìa 66,10-14)
Così dice il profeta Isaìa: “Voi che siete tristi, RALLEGRATEVI! Voi che siete a lutto, esultate di gioia: sfavillate di ALLEGRIA! Perché presto il Signore vi sazierà: vi porterà al Suo seno per allattarvi. Sì, proprio come un neonato quando piange si attacca al seno della mamma e si calma, così voi buttatevi nelle braccia di Dio: e vi calmerete. Questo infatti vi dice il Signore: «Io vi farò cadere addosso un fiume di PACE: la mia gioia vi travolgerà, come un torrente in piena! Come una mamma prende in braccio i suoi piccoli per allattarli, se li mette sulle ginocchia e li accarezza consolandoli, così Io vi consolerò: e smetterete di piangere. Perchè la mano del Signore si poggia sui Suoi servi e li fa rifiorire come erba fresca: riempiendoli di PACE ED ALLEGRIA !»”.

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 65,1-7.16-20)
Acclamate a Dio, voi tutti abitanti della terra. Cantate la Sua grandezza: glorificatelo e lodatelo. Dite a Dio: “Le tue opere sono straordinarie! Tutta la terra canta inni di ringraziamento a Te: inginocchiata ai Tuoi piedi!”. Venite e vedete, che cose splendide ha fatto il Signore per noi: eravamo inseguiti dall’esercito egiziano, ma Dio ci ha aperto il mare in due, e ce lo ha fatto attraversare a piedi. Per questo, esultiamo di gioia ed ALLEGRIA: perché il Signore domina il mondo, con la Sua grande forza. Venite ed ascoltate tutti, voi che amate il Signore: vi racconterò quanto ha fatto per me. Sia benedetto Dio, che ha ascoltato la mia preghiera. Non mi ha rifiutato il Suo amore: ha fatto scendere su di me la Sua PACE !

DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani della Galàzia 6,14-18)
Carissimi fratelli, io mi vanto solo di una cosa: della croce di Cristo. Su quella croce infatti, Dio ha crocifisso il mondo intero: e con esso ogni forma di vanagloria umana. Ciò che veramente conta infatti, non è se siamo stati circoncisi nel corpo: ma se veramente siamo diventati creature nuove nello spirito. Rinnovatevi dunque: e riceverete tanta PACE. E poi vi raccomando, non fatemi soffrire più: perché già porto nel mio corpo le stimmate di Cristo. Perciò ora vi saluto, augurandovi che la grazia e la PACE di Dio scendano nel vostro spirito, carissimi fratelli: amen !

DAL VANGELO (Luca 10,1-12.17-20)
In quel tempo Gesù scelse altri 72 discepoli: e li mandava a due a due nei villaggi, per annunciare il Suo arrivo. E nel mandarli diceva: “Come operai che raccolgono il grano, vi mando a raccogliere le persone che mi amano. Lo so, il lavoro è molto e voi siete pochi: per questo pregate il Signore, affinché assuma altri operai per aiutarvi. Io vi mando come agnellini in mezzo ai lupi, ma non dovete aver paura: perché Io sono sempre con voi.

Non portate riserve cibo o di danaro, perché voi lavorate per il Signore: ed a mantenervi ci penserà Lui. Durante il cammino poi, non attardatevi con nessuno. In qualunque abitazione entriate, dite: «La PACE regni in questa casa!». E se lì vi abitano persone di PACE, la vostra PACE scenderà su di loro: altrimenti vi tornerà indietro.

Se vi offrono ospitalità, restate in quella casa senza cercarne altre: accettando quello che vi danno. Ogni operaio infatti ha diritto a ricevere una ricompensa, per il suo lavoro. Quando entrate in una città e vi accolgono quindi, nutritevi di quello che vi offrono, curate i malati che vi presentano e dite: «Il regno di Dio si sta avvicinando!».

Ma quando entrate in una città e vi respingono, prima di andarvene andate nella piazza centrale e dite: «Noi non siamo più responsabili per questa città, nemmeno della sua polvere che ci si è attaccata sotto i piedi: per questo ce la scrolliamo di dosso. Sappiate però, che il regno di Dio si sta avvicinando …». Ed io vi assicuro che nel giorno del giudizio, quella città sarà trattata peggio di Sodoma!”.

Così i 72 discepoli andarono. Dopo un pò tornarono, e pieni di ALLEGRIA dicevano con gioia: “Maestro, avevi ragione: nel Tuo nome siamo riusciti a cacciare i demoni e guarire i malati!”. Concluse allora Gesù: “Ancora non avete capito, che Io posso far cadere anche Satana dal cielo? Io vi ho dato il potere di schiacciare gli scorpioni ed i serpenti: di vincere la potenza del Nemico senza ricevere alcun male. Voi però non RALLEGRATEVI tanto perché siete riusciti a compiere miracoli, ma piuttosto perchè i vostri nomi sono scritti in cielo. Dio infatti vi ama: ed è questo che deve riempirvi, di PACE ED ALLEGRIA !”.
a cura di Antonio Di Lieto
www.bellanotizia.it