Le rubriche di Catanzaro Informa - La bella notizia

Bussate alla mia porta!

Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti ai testi biblici, della Messa di domenica 24 Luglio 2022

Più informazioni su

a cura di Antonio Di Lieto

DALLA PRIMA LETTURA (libro della Gènesi 18,20-21.23-32)

Abramo aveva offerto ospitalità a tre forestieri di passaggio, che in realtà erano due angeli ed il Signore in persona: venuto a mettere alla prova la sua generosità. Dopo il pranzo, il Signore si confidò con Abramo dicendo: “Sai, mi sono arrivate troppe grida di aiuto che mi chiedono di intervenire contro Sòdoma e Gomòrra: per questo sono venuto a vedere se queste città sono veramente così cattive e violente. Voglio esserne sicuro: e se è vero, le distruggerò!”. Detto questo, diede ordine ai due angeli di alzarsi: ed andare nella città di Sòdoma. Vedendo che il Signore era rimasto lì davanti a lui, Abramo decise di provare a dissuaderlo: BUSSANDO ALLA PORTA del Suo cuore. Così si avvicinò a Dio e con umiltà gli disse: “Mio Signore, a Sòdoma probabilmente ci saranno 50 persone buone: come puoi far morire anche loro per colpa di altri? Proprio Tu che sei Somma Giustizia?”. Disse allora il Signore: “Hai ragione, se troverò a Sòdoma 50 persone giuste, non la distruggerò!”.

Dopo un po’ Abramo disse di nuovo: “Scusami Signore, se proprio io che sono solo polvere e cenere, mi permetto di insistere: e se invece di 50 troverai 45 buoni, che farai? Distruggerai una città intera, per 5 persone?”. Ed il Signore: “E va bene: se vi troverò 45 giusti, non la distruggerò!”. Ma Abramo continuò: “E se ne trovassi solo 40? …”. Ed il Signore: “Va bene, facciamo 40 …”. Ed Abramo ancora: “Non arrabbiarti Signore, se parlo di nuovo: e se ci fossero solo 30 persone buone a Sòdoma, la distruggerai?”. Ed il Signore: “E va bene: se troverò 30 persone buone, non la distruggerò!”. Allora Abramo continuò fiducioso: “Scusami Signore se insisto: e se di uomini giusti ne trovassi 20?”. Ed il Signore, lasciandosi convincere: “E va bene: facciamo 20!”. Alla fine Abramo alzando le mani esclamò: “Non arrabbiarti Signore, questa è l’ultima richiesta che ti faccio: e se ne trovassi solo 10?”. Il Signore allora concluse: “E va bene, facciamo 10 e non se ne parla più: se a Sòdoma troverò 10 persone buone, non la distruggerò!”. E’ proprio vero: il Signore accoglie le richieste degli umili. Apre sempre, a chi con amore BUSSA ALLA SUA PORTA !

 

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 137,1-8)

Ogni volta che l’ho chiamato, il Signore mi ha risposto. Mio Dio, ti ringrazio con tutto il cuore: perché hai ascoltato le mie parole. Voglio cantare ed adorare solo Te: non altri ìdoli. Per questo sono qui: inginocchiato nel tuo tempio santo. Ti ringrazio, per la tua fedeltà ed il tuo amore: perché le tue promesse sono più grandi di ogni aspettativa. Quando HO BUSSATO ALLA TUA PORTA mi hai aperto, quando ti ho chiamato mi hai risposto: dandomi sempre più forza. Perché il Signore è grande: sta lontano dai superbi e si china sugli umili. Se sono nei guai, Tu mi risollevi: con la Tua mano, intervieni contro la rabbia dei miei nemici. È la tua mano infatti, che mi salva: che fa per me tutto ciò di cui ho bisogno. Il Tuo amore dura per sempre, quindi non abbandonarmi: porta a termine su di me, la tua opera meravigliosa !

 

 

DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani di Colòsse 2,12-14)

Carissimi fratelli, i vostri peccati sono stati sepolti nella tomba di Cristo: quindi con Lui, anche voi siete resuscitati. Attraverso il battesimo infatti, Lui ha perdonato tutti quelli che con fede ed umiltà BUSSANO ALLA Sua PORTA: ha strappato le nostre cambiali, inchiodandole alla Sua croce !

 

 

DAL VANGELO (Luca 11,1-13)

Un giorno Gesù stava pregando. Quando ebbe finito, un discepolo gli chiese: “Perchè non insegni anche a noi a pregare? Come ha fatto Giovanni Battista con i suoi discepoli?”. Disse allora Gesù: “Quando pregate dite così: –  Padre nostro, noi riconosciamo l’infinita grandezza del Tuo nome: e siamo disposti a fare la Tua volontà. Donaci ogni giorno ciò di cui abbiamo veramente bisogno e perdona i nostri peccati: come noi siamo disposti a perdonare quelli degli altri. E soprattutto non lasciarci soli ad affrontare le prove della vita: ma resta sempre al nostro fianco. Amen -”.

Poi aggiunse: “Non abbiate paura di BUSSARE ALLA PORTA di Dio: perché Lui vi ascolta sempre. Se voi a mezzanotte BUSSATE ALLA PORTA di un vicino, e gli dite: -Amico, mi è arrivato un ospite all’improvviso e non ho niente da offrirgli: per favore prestami tre pani!-, state certi che quello vi aprirà. Anche se è infastidito perchè i suoi bambini stavano già dormendo, lo farà almeno per togliervi dai piedi. Bene, se vi ascolta anche un amico poco disponibile, figuriamoci il Signore che è vostro Padre!

Quindi Io vi dico: -Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, BUSSATE e vi sarà aperto. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova: ed a chi BUSSA sarà aperto!-. Se un figlio vuole mangiare pesce, quale padre gli darà un serpente? E se un bambino desidera per cena un uovo, quale papà gli cucinerà uno scarafaggio? Tutti i padri, anche i peggiori, danno cose buone ai loro figli: figuriamoci Dio che è un Padre buonissimo! Lui vi donerà persino la potenza del Suo Spirito, se solo gliela chiederete. Quindi, BUSSATE ALLA SUA PORTA !”.

 

 

Più informazioni su