Le rubriche di Catanzaro Informa - La salute con le erbe

Il risveglio della primavera e delle allergie, ecco i rimedi

Più informazioni su


    Quando arriva la primavera, c’è un risveglio in tutti i sensi, la natura rifiorisce, gli animali si svegliano, ma al contempo si risvegliano anche numerose problematiche nell’uomo, denominate allergie. Esse si manifestano, proprio a causa di sostanze che volano nell’aria, come: polline, peli di animali domestici, acari, veleno di api, particelle diesel; altre cause possono essere i generi alimentari, il contatto con lana e tessuti sintetici, l’uso sistematico di antibiotici nell’infanzia, le infezioni virali nella prima infanzia e l’allattamento artificiale.

    L’allergia quindi, non è altro che una reazione di difesa esagerata del nostro sistema immunitario, nei confronti proprio di queste sostanze che sono innocue, ma non per particolari anticorpi.

     Questa patologia, per la quale bisogna avere una predisposizione, si contrae principalmente proprio attraverso la respirazione, tantè che il primo ad essere intaccato è proprio l’apparato respiratorio, con conseguenti riniti allergiche con starnuti, tosse continua, naso che gocciola; possiamo avere poi anche congiuntiviti allergiche con arrossamento , lacrimazioni, prurito agli occhi, ed infine anche la pelle può essere intaccata con eczemi, dermatiti da contatto e orticaria. Insomma le allergie causano non poche conseguenze, abbastanza fastidiose e più o meno gravi a seconda dei casi; per questo motivo, dato che comunque i soggetti sono interessati ripetutamente nel corso dell’anno, si cerca di trovare soluzioni per curarla e alleviarne gli effetti senza ricorrere ai medicinali, che possono avere effetti collaterali, ma utilizzando invece rimedi naturali, che sono sempre i più salutari e non ci danneggiano.

     Diverse sono le piante che si possono usare contro le allergie, già utilizzate nel corso dei secoli dai nostri antenati e sono: la Perilla, pianta erbacea orientale, dai cui semi si estraggono i flavonoidi, sostanze utili per le riniti, asma e dermatiti; abbiamo poi l’Adatoda vasica, arbusto sempreverde indiano, le cui foglie contengono la vasicina e un olio essenziale, utili contro la tosse, e servono rispettivamente a determinare una broncodilatazione rendendo libero il flusso respiratorio, mentre l’olio facilita l’eliminazione del muco in quanto lo fluidifica. Abbiamo poi il ribes nigrum, pianta spontanea del nord e centro Europa e Asia settentrionale, essa è considerata un cortisone naturale ed è utilizzata per asma bronchiale, per congiuntiviti, avendo comunque tante altre proprietà terapeutiche. Altri rimedi naturali, che possono essere adottati, contro le allergie sono l’aglio, il tè verde, la liquirizia, l’Efedra, l’ortica e l’Echinacea.

     Tutte queste piante, non hanno effetti collaterali, certo che comunque bisogna consultare come sempre un esperto per il giusto dosaggio. Curare affezioni provocate da agenti naturali con rimedi che la natura stessa offre è la cosa migliore per la nostra salute. Naturalmente dobbiamo sempre tenere sotto controllo l’allergia perché se persiste vuol dire che bisogna ricorrere a qualcosa di più efficace e potente sempre sotto controllo di un esperto.

     

    Dottoressa Annapaola GIGLIO
    0961.62782
    annapaola.giglio@gmail.com

    Più informazioni su