Le rubriche di Catanzaro Informa - La salute con le erbe

Ripartiamo alla carica con un frutto tropicale

Più informazioni su


    La papaia è un frutto originario dell’America centrale, ormai diffuso in quasi tutti i Paesi tropicali. La polpa, dal color arancione acceso, è apprezzata per il suo gusto rinfrescante e non troppo dolce. Il sapore gradevole, però, non è l’unico suo valore: ciò che maggiormente interessa sono le sue svariate proprietà benefiche. La papaia è ricca di vitamina A, C ed E, di sali minerali, tra i quali calcio, ferro, fosforo e magnesio e di enzimi, in particolare la papaina, che svolge un’importante azione digestiva, depurativa e immunostimolante, preziosa soprattutto all’inizio dell’autunno.

    È perfetta per scongiurare la debolezza tipica di ottobre.

    Per il nostro organismo ottobre può essere un mese piuttosto faticoso, perché l’attività lavorativa (e scolastica) è ripartita a pieno ritmo e il ritorno all’ora solare costringe l’organismo ad adattarsi a una nuova andatura quotidiana, anche se talvolta il corpo sembra non riuscire a “carburare”. Diventa quindi necessario un supporto naturale, utile a eliminare scorie e tossine presenti nella matrice tissutale, e la papaia in tal senso può essere di grande aiuto. Inoltre, l’azione purificante di questo frutto è incrementata dal suo “potere” antiossidante, grazie al quale stimola la rigenerazione cellulare, allontanando i segni dell’invecchiamento organico e mentale.

    Il frutto della papaya aiuta a ristabilire nell’organismo l’equilibrio compromesso da un’alimentazione squilibrata e povera di frutta fresca e verdura, dallo stress, dal poco riposo e da un’insufficiente attività fisica. Una delle conseguenze dell’iperacidità è un aumento della formazione di radicali liberi, che danneggiano le strutture cellulari. La papaya aiuta a ristabilire l’equilibrio acido-base, facendolo virare verso l’alcalinità, grazie all’enzima papaina. Se poi vogliamo depurare il nostro organismo, mezza papaya fresca al giorno in macedonia è di grande aiuto perché favorisce lo smaltimento delle sostanze di scarto purificando il sangue; questo frutto effettua una sorta di pulizia dell’intestino, stimola i reni, aiuta anche a ridurre il sovrappeso riattivando il metabolismo e aiutando a scomporre più velocemente le proteine, con beneficio per la digestione e con minor formazione di sostanze di scarto che l’organismo deve eliminare, perché tossiche.

    Una particolare forma di assunzione della papaya è la papaya fermentata. Questa è un estratto ricavato dai frutti maturi, ma ancora verdi (è in questo stadio di maturazione che la papaya contiene più principi attivi ed enzimi) sottoposto ad un processo di fermentazione che può variare a seconda delle diverse metodologie da 3 a 10 mesi; al termine del processo si ricava uno sciroppo successivamente essiccato e ridotto in polvere liofilizzata.

    Come assumerla?

    In capsule: il composto di papaya in polvere è facilmente assimilabile per via della fermentazione cui è stato sottoposto e si può trovare in capsule. Si consiglia di assumere 1-2 capsule al giorno, preferibilmente a digiuno.

    In bustina: la papaya in bustine può essere fatta sciogliere sotto la lingua oppure nell’acqua, nella dose di una bustina al giorno per uno o due mesi. La cura va ripetuta ciclicamente durante l’anno.

    I benefici della papaya in polvere

    Il procedimento di fermentazione con cui si ottiene la papaya fermentata in polvere ci aiuta ancora di più a mantenerci in forma, combattendo l’invecchiamento cellulare indotto dai radicali liberi. Infatti grazie a questo processo si ottengono nuovi componenti che non si limitano ad agire da “spazzini” di radicali liberi ma ottimizzano anche le funzioni del sistema antiossidante endogeno dell’organismo, proteggendo le membrane cellulari e il Dna. Il processo di bio-fermentazione della papaya permette di modificare profondamente anche il contenuto di proteine e carboidrati, originando un complesso di nuove sostanze, chiamate beta-glucani, con proprietà immunomodulanti documentate in letteratura scientifica.

    _________________________________________________

    Dottoressa Annapaola GIGLIO

    Tel. 0961.62782
    annapaola.giglio@gmail.com

    Più informazioni su