Le rubriche di Catanzaro Informa - L'inedito

Scena Verticale, il teatro calabrese d’autore nel progetto ‘Beyond the sud’

 

Il progetto “Beyond the sud” apre una selezione rivolta a operatori teatrali, drammaturghi e registi con età inferiore ai 35 anni e vede la collaborazione di importanti realtà di Teatro contemporaneo cioè Teatro Libero Palermo Centro di Produzione Teatrale, Scena Verticale di Castrovillari, Teatro di Sardegna, Teatro di Rilevante Interesse Culturale di Cagliari, Nuovo Teatro Sanità di Napoli.

Tutto nasce  a seguito dell’aggiudicazione del Bando “Boarding pass plus” per il secondo anno consecutivo, promosso dal Mibact al fine di  promuovere nuovi modelli di gestione e produzione delle imprese culturali italiane in ambito internazionale e, specificatamente, nell’America Latina favorendo lo sviluppo di carriere di giovani artisti ed operatori under 35 in un contesto internazionale.

I partner internazionali sono stati individuati in Argentina, Cile e Uruguay e sono il  Centro culturale San Martín (Buenos Aires), IIC Istituto Italiano di Cultura (Buenos Aires), Teatro Coliseo (Buenos Aires), Instituto de Artes Mauricio Kagel – Universidad Nacional de San Martin (Buenos Aires); Fundacion Teatro a Mil (Santiago, Cile), Instituto Nacional de Artes Escénicas (INAE, Montevideo, Uruguay).

L’avviso di selezione, la cui scadenza è fissata per il 3 febbraio,  prevede la partecipazione a residenze e laboratori gratuiti di ricerca e confronto sulle metodologie di lavoro. Durante le attività e i periodi di residenza, saranno approfondite le differenze e le analogie tra la nuova drammaturgia europea e latino americana. Si analizzeranno, inoltre, le strategie dei modelli di produzione internazionale, con particolare attenzione ai nuovi linguaggi, ai modelli economici al fine di stimolare la mobilità degli artisti e la circolazione delle opere.

Per gli opportuni modelli di iscrizione in Calabria il riferimento è la compagnia Scena verticale di Castrovillari che firma ogni anno anche la rassegna “Primavera dei teatri”.

Danila Letizia