Quantcast

Le rubriche di Catanzaro Informa - L'inedito

Il contributo della Calabria per gli smart games di Roma con la fiaccola olimpica del 1960

Più informazioni su

Un video prodotto dalla Life Communication dei catanzaresi Mariella Manna e Domenico Gareri sarà la testimonianza di vita ufficiale del contributo calabrese, in tutte le cinque province degli Start Games che dall’1 al 15 luglio si svolgeranno a Roma.

Le immagini raccolte con la cura non solo professionale ma anche di chi da anni ha scelto di volgere il suo sguardo a determinati ambiti esistenziali, per missione, raccontano dei percorsi che, dall’Arena di Reggio Calabria hanno portato la fiaccola olimpica dalle mani della direttrice regionale del Movimento Special Olympics Team Calabria, Luisa Elitro a Felice Scotto , maratoneta calabrese che ha attraversato la nostra regione durante le Olimpiadi di Roma del 1960. Dal museo archeologico reggino, salutando i Bronzi di Riace, la fiaccola è passata agli altri atleti Special Olympics cioè Christian Panetta; Raffaele Scinello a Vibo Valentia dove il punto d’incontro è stato il convento di San Domenico di Soriano Calabro, poi, Giovanni Taverna nel capoluogo calabrese passando dalla statua del Cavatore , Paolo Bellizzi a Cosenza in piazza Duomo per concludere la staffetta al parco archeologico di Capo Colonna di Crotone nelle amni di Alessandro Buzzurro.

Gli Smart Games a luglio, nella capitale vedranno cimentarsi ben 4.948 atleti di cui 130 calabresi con disabilità tenendo fede al principio secondo il quale è la “persona” intesa come essere che ha la capacità di esprimersi liberamente e semplicemente al di là delle diverse abilità e lo faranno in 19discipline sportive cioè Atletica, Badminton; Basket; Bocce; Calcio; Canottaggio; Karate, Ginnastica; Golf; Nuoto; Pallavolo; Racchette da neve; Rugby; Sci Alpino, Sci di fondo; Snowboard; Tennis e Tennistavolo.

Il messaggio vuole essere duplice, quello dello Sport accanto a quello culturale ed ecco perché i Comitati regionali di Special Olympics, attraverso i ragazzi speciali dello Special olimpic, hanno pensato di valorizzare il territorio con il passaggio della  fiaccola, simbolo di rinascita e di voglia di riscatto.

Più informazioni su