Le rubriche di Catanzaro Informa - L'inedito

Palazzi storici e “degustazioni letterarie” calabresi con Raffaele Gaetano

Più informazioni su

    di Danila Letizia

    Il Centro studi Koinè è riuscito a riempire di attenzione e curiosità anche la stagione estiva con la rassegna “A Palazzo con lo scrittore” ideato e condotto da Raffaele Gaetano.

    Con la sua proteiforme esperienza e disinvoltura, il docente, studioso e conduttore calabrese ha abbinato un contesto logistico storico alla presenza di una firma letteraria che, in presenza, si è resa disponibile all’incontro con il pubblico.

    Iniziando a Vibo Valentia nel palazzo Murmura, l’esperienza emotiva come risultante del connubio della storia passata del luogo e quella presente dello scrittore ospite, ha introdotto, in ogni tappa, un suggestivo percorso volto a scandagliare gli aspetti più reconditi della vita e delle opere di un determinato scrittore abbinato ad untema specifico con la personale prospettiva degli studiosi di turno.

    Protagonista del secondo incontro è stata, a Villa Nicotera di Martà di Lamezia Terme, Giovanna Romanelli, tra le maggiori studiose internazionali dell’opera di Cesare Pavese che ha ha messo a fuoco i grandi temi della poetica pavesiana e in particolare le sue dolorose storie d’amore che lo hanno spinto al suicidio. Non sono mancati riferimenti all’esperienza calabrese dello scrittore, confinato a Brancaleone dal fascismo. Giancarlo Davoli ha interpretato le poesie dedicate da Pavese alle donne amate. La secolare storia di Villa Nicotera di Martà si è così armonizzata per un giorno con la bellezza della parola e la vastità degli scenari naturali (una vista mozzafiato sul Golfo di Sant’Eufemia).

    Giuliana De Fazio, ha invece, condotto i partecipanti ad una visita degli interni e dell’attigua chiesetta con un quadro settecentesco della Madonna di Portosalvo e la degustazione di vini di eccellenza della Cantina Le Moire.

    Il 30 settembre la rassegna ha la sua conclusione a palazzo Di Francia di Vibo Valentia, uno dei gioielli delle residenze storiche calabresi. 

    La rassegna, che gode del prestigioso patrocinio dell’Associazione Nazionale Dimore 

    Storiche, si è resa possibile grazie al sostegno di aziende che credono fortemente in 

    progetti culturali innovativi.

    Più informazioni su