Le rubriche di Catanzaro Informa - Riceviamo E Pubblichiamo

Calabria, mille risorse e nessuna speranza

Più informazioni su


    C’è una Calabria che suda, sgobba, lotta e soffre ogni giorno. Stop, questa è l’unica cosa di cui noi calabresi dobbiamo andare orgogliosi, perchè nonostante il totale abbandono a noi stessi da parte delle Istituzioni, da parte dell’ Imprenditoria Calabrese, cosa questa innnegabile ed evidente a tutti, la maggior parte di noi Calabresi possiamo dare lezione di onestà e civiltà a tutto il mondo.

    Ma questo, putroppo, non ci deve fare illudere per non farci vedere la realtà a cui noi e i nostri ragazzi siamo costretti a confrontarci giorno per giorno. I nostri ragazzi sono costretti ad andare fuori a studiare, ma una volta raggiunto il titolo rimangono li dove hanno investito sulla propria vita; chi finisce gli studi qui in Calabria comunque è costretto ad andare via perchè dopo aver raggiunto il proprio obiettivo, non ci sono posti di lavoro sui i quali si possa sperare. Siamo una Regione con 800 Km di coste bellissime su due mari e non siamo capaci di far decollare la nostra terra in quel progetto che si parla da decenni ma che rimane un sogno chiamato “Turismo” da svilluppare tra due mari invidiabili e dei monti che da ottobre ad aprile potrebbero accogliere gli amanti della montagna di tutto il meridione d’Italia.

    Su 800 km di coste non abbiamo un Porto Turistico che possa accogliere le grandi navi che transitano nei nostri mari a decine per poi fare scalo nelle altre regioni, abbiamo però un porto Mercantile alle falde dell’Aspromonte (tra l’altro bellissimo con la macchia Mediterranea che è una nostra esclusività) dove, è risaputo, transita di tutto quel tutto che da ricchezza a coloro i quali hanno fatto della nostra terra, terra di malaffare, sfruttata da tutta Europa. Le eccellenze vanno via. E allora cari Signori che vi scandalizzate per una trasmissione nazionale che a modo suo mette a nudo quello che realmente siamo, siete voi la soluzione dei nostri problemi, solo la politica e l’imprenditoria può sconfiggere la ndrangheta e il malaffare, il resto è solo l’esaltazione delle proprie incapacità.

    O.C.

    Più informazioni su