Quantcast

Pugliese-Ciaccio: dal primo dicembre quarantatrè posti letto in meno

Ciò avverrà a causa della perdita del personale a tempo determinato e "in assenza di positive evoluzioni assunzionali" LEGGI LA RELAZIONE DI RIORGANIZZAZIONE RESA NOTA OGGI L'ALLARME DI MANTELLA A CATANZAROINFORMA L' 11 SETTEMBRE


Quarantatrè. Sono tanti i posti letto che l’azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro perderà in seguito alla riorganizzazione generale che è stata deliberata il direttore generale Antonio Mantella. La relazione è stata oggi pubblicata sull’Albo pretorio dell’azienda. “Alla luce del DCA 135/2019 con cui, di fatto, l’Azienda Ospedaliera viene a perdere tutto il personale a tempo determinato già in servizio – si legge nella relazione –  in parte autorizzato con DD.CC.AA. del precedente Commissario ad Acta, in parte trattenuto su autorizzazione sia della precedente che dell’attuale Struttura Commissariale ad Acta, la Direzione Strategica, sentito il Collegio di Direzione, viene varata un’azione di riorganizzazione che, in assenza di positive evoluzioni assunzionali, entrerà in vigore dal prossimo 1 dicembre“.

La priorità ora è quella di tutelare e salvaguardare “nei limiti del possibile, le Strutture di Emergenza, le Intensive e quelle che caratterizzano un DEA di 2° livello” ma ci saranno “comunque, inevitabilmente, significative disfunzioni soprattutto in termini di tempi di attesa al Pronto Soccorso, di posti letto disponibili e di notevole allungamento delle liste di attesa per gli interventi chirurgici in elezione”.

“In particolare- si legge nella relazione, verranno tagliati i 12 posti letto di Medicina d’Urgenza, importante Struttura strettamente connessa al Pronto Soccorso e nella quale vengono effettuati circa 900 ricoveri urgenti all’anno;  6 posti Chirurgici (2 di Chirurgia Generale, 2 di Chirurgia Toracica e 2 di Chirurgia Plastica), 4 posti di Nefrologia – i 4 posti letto ordinari dell’Oculistica, con difficoltosa gestione, oltre che del programmato, anche di eventuali urgenze bisognose di ricovero, che andranno pertanto avviate ad altre Strutture ricettive del Dipartimento di afferenzam 15 posti letto della Ginecologia Universitaria, 2 posti letto di Oncoematologia Pediatrica”. In totale si passerà da 376 a 333 posti letto. 

Rt