Domani a Lamezia un incontro scientifico dedicato alla Pans/Pandas

Scopo dell’incontro, voluto e organizzato dall’Associazione “Luci del Sud”, è di far conoscere meglio questa Sindrome e di manifestare la vicinanza alle Famiglie che sperimentano tutte le difficoltà nell’inquadramento e nella gestione di una entità nosologica ancora poco nota

Domani pomeriggio 14 febbraaio, dalle 14 in poi, avrà luogo a Lamezia, all’Aerhotel Phelipe di S. Eufemia, un incontro scientifico, dedicato alla PANS/PANDAS. L’evento è organizzato dalla dott.ssa Maria Cirillo responsabile della Unità Operativa Semplice di Reumatologia Pediatrica presso l’Unità Operativa Complessa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese” di Catanzaro, diretta dal dott. Giuseppe Raiola.

“L’acronimo inglese PANS – dice la dott.ssa Cirillo – sta per: Pediatric Acute-onset Neuropsychiatric Syndrome (sindrome neuropsichiatrica infantile ad insorgenza acuta). Essa si manifesta con disturbi ossessivo-compulsivi ( DOC ) ad insorgenza improvvisa, disturbi dell’alimentazione, fobie, tic nervosi. A differenza della sindrome PANDAS (Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder Associated with Streptococcus), la sindrome PANS non implica un’infezione streptococcica. Entrambe sono di origine post-infettiva. La diagnosi è clinica; si ritiene che la Sindrome sia il risultato di una risposta immunitaria ad una delle infezioni batteriche o virali che creano la reazione anticorpale autoimmune che colpisce il cervello. Le infezioni batteriche o virali includono, ma non sono limitate a, streptococco, micoplasma, influenza, infezioni delle vie respiratorie superiori e sinusite. Anche lo stress psicosociale può peggiorare i sintomi”.

“La Sindrome colpisce bambini in età pre- scolare/scolare o adolescenti con una varietà di sintomi. È per questo – dice la dott.ssa Maria Cirillo- che il Convegno è aperto oltre che alle Famiglie, anche a componenti della Società Civile e al Mondo della  Scuola: sono spesso gli insegnanti i primi a percepire che nei piccoli qualcosa non va: Improvvisamente, a seguito di un evento infettivo, batterico, come una tonsillite streptococcica, o anche virale, i piccoli sviluppano sintomi come: tic nervosi, emettono  grida (i tic vocali), manifestano comportamenti ossessivo-compulsivi come lavarsi spesso le mani, saltellano, manifestano anche fobie che prima non avevano, come quella di restare al buio, tendono ad isolarsi, presentano svogliatezza, irritabilità, insonnia  e difficoltà a concentrarsi a scuola, peggioramento della scrittura,  inappetenza. Molto spesso i sintomi non vengono tempestivamente compresi, data la rapidità con cui si instaurano e vengono ipotizzate altre diagnosi, come ad esempio l’Autismo. L’antecedente infettivo-febbrile deve far pensare a questa eventualità”.

“Scopo dell’incontro, voluto e organizzato dall’Associazione “Luci del Sud”, è di far conoscere meglio questa Sindrome e di manifestare la vicinanza alle Famiglie che sperimentano tutte le difficoltà nell’inquadramento e nella gestione di una entità nosologica ancora poco nota e per di più non ancora universalmente accettata dalla Classe Medica. La Sindrome – prosegue la dott.ssa Cirillo-sconvolge così la vita delle Famiglie trasformandola in un “Calvario” alla ricerca della soluzione al problema che li ha colpiti. Un impegno maggiore della Classe Medica è auspicabile perché la Sindrome è spesso curabile, con guarigione completa, se riconosciuta e affrontata tempestivamente”.

All’incontro prenderanno parte la Prof. Falcini della Clinica Pediatrica “Mayer” dell’Università di Firenze, la massima esperta italiana e tra i maggiori studiosi al Mondo di questa Sindrome: la Prof. Falcini è reduce da un Convegno negli Stati Uniti d’America dove ha relazionato sull’argomento ai Colleghi d’oltreoceano; il Prof. Pasquale De Fazio, Direttore della Cattedra di Psichiatria dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, che porterà la sua esperienza sulla diagnosi differenziale dei disturbi ossessivo-compulsivi, la dott.ssa Russo Responsabile del Servizio di Neuropsichiatria  infantile dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, il dott. Raiola, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, il dott. Peltrone, Pediatra e Psichiatra. Saranno presenti anche familiari di bambini affetti da PANS/PANDAS cui il Convegno è rivolto.