Diabete, non solo una malattia. Approfondimento all’istituto Fermi di Catanzaro lido foto

Incontro promosso dal circolo provinciale dell'associazione Vitambiente

“Diabete: malattia o stile di vita?”  è stato il tema del convegno organizzato dal circolo provinciale Vitambiente di concerto con l’Associazione Nazionale, presieduta da Pietro Marino.

Il dibattito, nato dalla idea ed esperienza del Presidente del Circolo Provinciale, Rita Parentela, si è svolto presso l’istituto Fermi di Catanzaro Lido che, grazie al suo dirigente scolastico, Teresa Agosto e alla sua equipe, è stato il primo comprensorio ad abbracciare il ciclo di eventi di cui il Circolo si è fatto promotore.

L’evento nasce dall’esigenza di far conoscere la malattia con tutti i suoi risvolti nella vita quotidiana mediante una campagna di sensibilizzazione rivolta soprattutto ai giovani. Lanciando il messaggio che il diabete – se conosciuto – può diventare un sano stile di vita a cui tutti dovremmo propendere.

Dopo l’introduzione di  Rita Parentela che, rivolgendosi ai ragazzi di II e IV superiore, ha spiegato le profonde motivazioni familiari che hanno suscitato in lei e nel Circolo la volontà di intraprendere questo percorso., Luigi Puccio Dirigente Medico 1° Livello Servizio di diabetologia Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, ha dato degli interessanti spunti anche pratici sulla malattia

Sono seguiti gli interventi della dietista Claudia Paone nonché di  Elio Tassoni, le cui competenze in materia hanno permesso al giovane pubblico di toccare con mano la strumentazione necessaria per i malati di diabete.

 

Momenti intensi si sono vissuti allorquando la parola è stata ceduta a Luca, affetto da diabete Mellito 1. Seduto tra i ragazzi, ha regalato loro uno spaccato commovente, ripercorrendo i momenti salienti della sua malattia che lo ha portato per ben due volte a rischiare la vita.

L’intervento di  Laura Melara, Psicologa di esperienza è stato caratterizzato da un accorato appello agli studenti circa la necessità di considerare la malattia “un compagno di vita con cui convivere”.

Infine i saluti del Presidente Nazionale, Pietro Marino a cui si deve l’idea della costituzione di un comitato scientifico ad altissimo valore sociale e professionale.

Al termine il Circolo ha dotato l’Istituto di 2 glucometri da utilizzare in caso di emergenza nel plesso scolastico.