Per la CISL importanti risultati raggiunti e altri da raggiungere all’Azienda Ospedaliera Mater Domini

Ora fondamentale avere uno STIRA

La Cisl FP Magna Graecia – si legge in una nota – nell’esprimere apprezzamento per il risultato raggiunto in sede di contrattazione decentrata, relativamente alle progressione economiche orizzontali dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Mater Domini, che certamente avranno delle ricadute positive nelle buste paghe dei lavoratori aventi diritto, è sempre di più convinta che gli obiettivi si raggiungono se vengono perseguiti attraverso il continuo confronto con le parti sociali , con la consapevolezza che applicando in maniera tempestiva gli istituti contrattuali, si hanno ricadute positive nell’organizzazione dell’Azienda e soprattutto si danno risposte adeguate alla richiesta di assistenza da parte dell’utenza.Partendo da questo presupposto, la CISL FP Magna Graecia invita l’Amministrazione a dare seguito a tutti gli altri istituti contrattuali rimasti sospesi, che sono al vaglio dell’Amministrazione, e che meritano di essere tramutati in atti concreti quali: produttività anno 2018-2019,Incarichi di funzione. È fondamentale inoltre, secondo i dirigenti della CISL FP Magna Graecia Antonio Cristofaro, Sergio Maida e Antonio Curcillo avere un SITRA (Servizio Infermieristico Tecnico Riabilitativo Aziendale) completo di una figura professionale tecnica e riabilitativa.

Pertanto, come peraltro già concordato in sede di riunione con il management Aziendale ci auspichiamo che si possano avviare sin da subito le procedure concorsuali per asssumere a tempo indeterminato il dirigente di questo importante servizio. Su questi, ed altri temi si potrà sviluppare un percorso di attuazione dell’atto di riorganizzazione aziendale recentemente deliberato. Nella consapevolezza che il tutto rientri negli obiettivi Aziendali,  già affrontati in sede di contrattazione, si chiede di dare seguito con tempestività ai punti di cui sopra per riconoscere ai lavoratori aventi diritto,i benefici derivanti dall’applicazione di quanto previsto dal Contratto integrativo decentrato Aziendale.