Quantcast

Sorgerà in Calabria il Renato Dulbecco Institute

A ospitarlo sara' la Fondazione Mediterranea Terina, nell'area ex Sir di Lamezia Terme

Un centro d’eccellenza per la produzione di anticorpi monoclonali, attualmente impiegati per
la cura del Covid e in campo oncologico, sorgera’ a Lamezia Terme (Catanzaro), con un investimento di 20-30 milioni di euro e una ricaduta occupazionale per almeno 100 persone, fra ricercatori, collaboratori e impiegati.

Si chiamera’ Renato Dulbecco Institute, dal nome del premio Nobel nato a Catanzaro. A ospitarlo sara’ la Fondazione Mediterranea Terina, nell’area ex Sir di Lamezia Terme, teatro di uno dei piu’ clamorosi fallimenti industriali del Sud e del Paese e opera’ in simbiosi con la vicina universita’ del capoluogo calabrese. Sara’ il primo tassello di una rete di centri d’eccellenza a cui lavora l’ex presidente della Regione, Giuseppe Nistico’, farmacologo di
fama internazionale, che da luglio si e’ trasferito nella citta’ calabrese per realizzare il suo progetto, illustrato al nuovo commissario alla Sanita’, Guido Longo. I finanziamenti, spiega
all’AGI l’ex presidente della Regione Calabria, ci sono. “Trattandosi di un progetto innovativo – continua – si puo’ attingere ai fondi comunitari e in particolare al Por. C’e’ un miliardo di euro non spesi nell’ultimo quinquennio”. Nistico’ conosce bene il mondo medico e della ricerca scientifica: da presidente della Regione e docente universitario ha realizzato infrastrutture d’eccellenza come il Policlinico universitario di Catanzaro, le due facolta’ di Farmacia a Catanzaro e Cosenza.