Quantcast

Campagna vaccinale lenta in Calabria per over 80, personale sanitario e scolastico, dato migliore il 60,57% nelle Rsa

Solo 144 persone, su 46.350 interessate nelle scuole, hanno avuto entrambe le somministrazioni

Più informazioni su

    A 4 giorni dalle dichiarazioni ottimistiche del presidente della Regione Calabria, Spirlì, i dati forniti dal Governo sono di altro tenore per quanto riguarda la campagna vaccinale calabrese.

    Le informazioni aggiornate a ieri presenti sul sito governativo parlano infatti della seconda peggiore prestazione per quanto riguarda la popolazione over 80, con dei 153.062 cittadini target ben 87.999 in attesa ancora della prima dose, ovvero il 57,49% (peggio fa solo la Sicilia con il 60,26%), 65.063 (42,51%) hanno ottenuto la prima dose, 32.779 (21,42%) entrambe, mentre la media nazionale è del 56,76% e 30,20%.

    In fase iniziale, come in tutto il resto d’Italia, la vaccinazione per i 185.708 calabresi tra i 70 e 79 anni: 13.424 (7,23%) hanno avuto la prima dose, 5.383 (2,90%) entrambe).

    Per Spirlì “vaccinati tutti gli ospiti delle Rsa”, per il Ministero effettuate 17.457 somministrazioni su 11.333 utenti

    Non completata invece, come sostenuto da Spirlì, la campagna vaccinale dei 11.778 ospiti delle Rsa: se tutti hanno avuto la prima dose, 7.134 (60,57%) hanno avuto la seconda, ma in questo caso la Calabria sta facendo meglio di molte altre regioni (solo in 7 hanno completato il primo giro di dosi per i propri cittadini).

    Partiti per primi, dei 46.862 utenti segnalati come personale sanitario 7.042 (15,03%) non ha ancora ricevuto nessuna dose, 39.820 (84,97%) la prima, 37.451 (79,92%) entrambe.

    Numeri simili come target per il personale scolastico, 46.350, ma ben 27.904 (60,20%, peggio solo la Liguria con il 68,29%) non ha ancora ricevuto nessuna somministrazione, 18.446 (39,80%) solo la prima, 144 (0,31%) entrambe.

    Più informazioni su