Quantcast

Hub vaccinale Magna Grecia: il grande lavoro di Cri e Asp, vaccinate 2715 persone

Una percentuale del solo 5,0% di utenti che hanno rinunciato per varie ragioni alla somministrazione del vaccino

A seguito della Convenzione siglata tra il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Calabria e la Croce Rossa Italiana, Comitato Regionale della Calabria, il 12 aprile scorso è stato aperto l’HUB Vaccinale “Magna Grecia” di Catanzaro , in partnership operativa con l’ASP di Catanzaro e strutturale con il Comune di Catanzaro. Ad una settimana dall’apertura dell’HUB, situato all’interno dell’Ente Fiera della Città del capoluogo regionale, si iniziano ad estrapolare i primi dati atti a valutare gli esiti dell’attività posta in essere in sinergia istituzionale tra la Croce Rossa Italiana– Comitato di Catanzaro e l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro.

Presso il Centro Vaccinale di Catanzaro Lido – si legge in un comunicato di Croce Rossa e Asp – sono state inviate dal Centro Prenotazioni che gestisce la piattaforma (https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login) 2921 utenti, presentandosi per la somministrazione del vaccino AstraZeneca, unico presente presso l’HUB, 2715 persone. Di queste solo il 13,9% è risultato non idoneo per l’immunoprofilassi dopo attenta valutazione anamnestica da parte del personale medico specializzato afferente a Croce Rossa italiana, mentre è stata riscontrata una percentuale del solo 5,0% di utenti che hanno rinunciato per varie ragioni alla somministrazione del vaccino.

LA MACCHINA ORGANIZZATIVA

Relativamente ai dati della macchina organizzativa sono stati impiegati in una settimana, tra Sala Operativa, amministrativi e logisti, più di 300 volontari CRI, compresivi
dei Corpi Ausiliari delle FF.AA., mentre per la parte di gestione sanitaria dell’HUB sono scesi in campo 84 medici, 90 infermieri, 52 Operatori Socio Sanitari afferenti a CRI, tutti coordinati sinergicamente dal Dott. Francesco Lucia, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale dell’ASP di Catanzaro e dal Presidente della Croce Rossa di Catanzaro Salvatore Maiolo, Team Manager CRI,  entrambi sotto l’attenta supervisione della Commissione Straordinaria dell’ASP di Catanzaro, nella persona della Dott.ssa Luisa Latella, e del Presidente del Comitato Regionale Calabria CRI, Dott.ssa Helda Nagero, che nell’occasione ha lasciato le vesti istituzionali impiegandosi operativamente come medico CRI per le vaccinazioni.

Grande è l’apporto di tutti i Soggetti Attuatori previsti dal Piano Nazionale del Commissario Straordinario per l’emergenza epidemiologica Covid-19, Generale C.A. EI Francesco Paolo Figliuolo,
nonché degli Enti Regionali e locali quali il Dipartimento della Protezione Civile della Calabria e del Comune di Catanzaro.
Coordinati dal Delegato Attività per l’Emergenza CRI di Catanzaro Daniele Pellegrino, congiuntamente ai funzionari dell’ASP di Catanzaro, è stato impiegato anche personale specializzato proveniente dai Comitati CRI di Lamezia Terme, Vibo Valentia, Crotone e Rosarno, supportato dal personale tecnico dei vari Dipartimenti dell’ASP i quali hanno fornito grande ausilio operativo per il buon andamento delle procedure previste.

Instancabile il lavoro delle associazioni di volontariato afferenti al COC di Catanzaro, coordinati da Pierpaolo Pizzoni della Protezione Civile – Città di Catanzaro, le quali con la loro presenza
contribuiscono a regolamentare l’afflusso ordinato e cadenzato degli Utenti verso la struttura, nel pieno rispetto delle normative di prevenzione e di distanziamento sociale, nonché a garantire la sicurezza intorno all’HUB.

Un ringraziamento particolare va indirizzato a tutta la popolazione, agli Utenti che con grande senso civico si sono registrati sulla piattaforma di prenotazione (https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login), recandosi all’HUB per la somministrazione del vaccino ASTRAZENECA con alto senso morale e spirito di cittadinanza attiva, muniti anche di pazienza e comprensione per lo sforzo che, giornalmente, tutti i soggetti coinvolti pongono in essere per una rapida applicazione del piano nazionale contro il COVID 19