Quantcast

Cardiochirurgia, i 5 Stelle D’Ippolito e Parentela chiedono al commissario Longo di aumentare i posti del policlinico

Questa Cardiochirurgia continua ad avere un totale ancora basso di ricoveri e di interventi, legato all’insufficiente disponibilità di posti, addirittura di soli quattro per le cure intensive

«Pasquale Mastroroberto ha ragione. Il direttore della Cardiochirurgia universitaria di Catanzaro chiede più posti letto e di terapia intensiva per la sua unità operativa, che ha ottimi esiti, stando agli ultimi dati certificati dall’Agenas». Lo affermano, in una nota, i deputati M5S Giuseppe d’Ippolito e Paolo Parentela, che aggiungono: «Questa Cardiochirurgia continua ad avere un totale ancora basso di ricoveri e di interventi, legato all’insufficiente disponibilità di posti, addirittura di soli quattro per le cure intensive. Pertanto, è sensato ed utile che il commissario alla Sanità calabrese, Guido Longo, intervenga presto a riguardo, essendo inconcepibile che tale struttura pubblica, per di più universitaria, non possa aumentare i volumi di assistenza.

Non si tratta – sottolineano i due parlamentari del Movimento 5 Stelle – di creare conflitti tra pubblico e privato, ma di rivedere con scienza e coscienza la rete cardiochirurgica, considerato che è evidente il bisogno di migliorare l’offerta sul territorio regionale e di mitigare l’emigrazione sanitaria, cercando poi di ridurla attraverso una programmazione ragionata, che risolva il sottoutilizzo dei reparti pubblici». «Ci auguriamo – concludono D’Ippolito e Parentela – che sulle logiche campanilistiche e politico-elettorali prevalga la capacità manageriale, al fine di creare una sana e corretta integrazione tra pubblico e privato».