Quantcast

Asp Catanzaro, via libera a contratto 2020 con S.Anna ma solo “quale mera esecuzione delle sentenze del Tar”

In attesa del consiglio di Stato. La triade commissariale chiama in causa il commissario Longo: "Non sono state effettuate le verifiche sull'effettiva valenza temporale dell'accreditamento"

Più informazioni su

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (commissione Latella, Musolino, Gullì) con deliberazione numero 845 ha ufficializzato la sottoscrizione del contratto 2020 con la struttura “Casa di Cura villa S.Anna”, quale “mera esecuzione delle sentenze del Tar” che lo avevano imposto “e nelle more del Consiglio di Stato”.

Nella deliberazione la triade commissariale non risparmia critiche al commissario Asp Longo che secondo quanto si legge “non ha inteso chiarire nè esprimersi sull’effettiva valenza temporale dell’accreditamento del S.Anna secondo il Dca numero 43”. Nello stesso decreto erano richieste ulteriori verifiche “per far emergere eventuali situazioni di non rispondenza ai requisiti stabiliti nonchè ulteriori sviluppi dell’inchiesta Cuore Matto”.

I commissari poi definiscono i pronunciamenti dei giudici amministrativi come “apodittiche interpretazioni del Dca 43 del 2021”.

Leggi qui la deliberazione

Più informazioni su