Quantcast

Francesco Talarico: al Pugliese Ciaccio la sanità non va in vacanza

Non è in atto alcuna smobilitazione estiva ma soltanto un moderato ridimensionamento di alcuni servizi

In riferimento all’articolo apparso a firma dell’associazione I Quartieri, riguardante la paventata chiusura estiva di alcuni servizi dell’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio  è necessario rettificare una serie di informazioni contenute nello stesso articolo Ad affermarlo il dottor Francesco Talarico, che precisa: 

i giorni di apertura del centro emofilia nel mese di agosto non sono 5, come sostenuto dal firmatario dell’articolo, ma 12, poiché era stato comunicato che, in aggiunta ai 5 giorni previsti nelle prime settimane di agosto, dal 23 in poi sarebbe ripresa l’attività quotidiana.

Per quanto riguarda gli esami del servizio di radiologia del Dipartimento Onco-ematologico non corrisponde al vero che nel mese di agosto siano stati sospesi tutti gli esami per esterni ma solo quelli con mezzo di contrasto, causa carenza di medici anestesisti. Occorre precisare che detti esami con mezzo di contrasto vengono comunque eseguiti sui pazienti  interni e garantiti nei casi urgenti, fermo restando che presso il presidio Pugliese è comunque possibile eseguirli da esterni.

Gli esami di radiologia tradizionale sono stati mantenuti  integralmente mentre quelli di TAC ed  RMN senza mezzo di contrasto nonché quelli di ecografia sono stati prenotati nella misura del  50% rispetto ai volumi tradizionalmente previsti nei mesi precedenti.

Quanto sopra per precisare che non è in atto alcuna smobilitazione estiva ma soltanto un moderato ridimensionamento di alcuni servizi, come peraltro avviene nel periodo estivo in quasi tutti gli ospedali italiani. Gli stessi servizi riprenderanno dopo l’estate la piena funzionalità.