Quantcast

Coronavirus Calabria, 202 nuovi contagi e 4 vittime

I decessi registrati oggi si riferiscono a date precedenti. Sono 118 i ricoverati, uno in meno rispetto a ieri

Più informazioni su

Sono in forte aumento, 202 contro il 143 di ieri, i casi di Covid 19 in Calabria nelle ultime 24 ore. Lo si legge nel bollettino regionale di oggi. Poco meno di 5mila i tamponi eseguiti. Stabile la pressione sui reparti ospedalieri. I ricoverati sono 118 (ieri 118) dei quali 9 in Rianimazione. Il report odierno segnala infine 4 vittime ma si tratta di decessi relativi ad altra data e caricati sul sistema solo oggi dopo consultazione della scheda Istat.

Il comunicato

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 1345014 (+4.947).

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 89210 (+202) rispetto a ieri.

Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di 

Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: CASI ATTIVI 216 (11 in reparto, 3 in terapia intensiva, 202 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 11535 (11376 guariti, 159 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 1524 (36 in reparto, 4 in terapia intensiva, 1484 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 27170 (26508 guariti, 662 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 246 (13 in reparto, 0 in terapia intensiva, 233 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 8571 (8456 guariti, 115 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1198 (39 in reparto, 2 in terapia intensiva, 1157 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 30207 (29794 guariti, 413 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 350 (9 in reparto, 0 in terapia intensiva, 341 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 6779 (6675 guariti, 104 deceduti).

L’ASP di Reggio Calabria comunica 6 soggetti positivi fuori regione (sbarco di Monasterace).

L’ ASP di Cosenza comunica che “oggi si registrano 4 decessi avvenuti a domicilio in data precedente, di cui si è avuta notizia tramite scheda Istat”.

La tabella riassuntiva

Più informazioni su