Quantcast

“La visita neurologica? Prima data utile agosto 2022”

Cure specialistiche, tempi biblici. La testimonianza. ‘Sorpresa anche dai problemi dei medici di base nella prescrizione di alcune analisi’

Più informazioni su

‘Per una visita neurologica, con la specifica richiesta di un approfondimento al Centro di cura per le cefalee, la prima data utile indicatami, con richiesta fatta in questo mese di novembre, è il 17 agosto 2022. La nostra sanità pubblica continua a essere questa’.
La testimonianza della paziente è lo sfogo di una cittadina che si sente completamente abbandonata da quel diritto alle cure garantito dalla Costituzione italiana.

‘La mia odissea – è il racconto– è cominciata qualche settimana fa, quando, di ritorno da un viaggio in auto, ho cominciato ad avvertire fortissimi dolori allo stomaco e forte mal di testa. Il viaggio è stato terribile e pericoloso, con frequenti soste all’autogrill perché mi sentivo molto male. La prima diagnosi che mi viene fatta è quella di uno specialista che mi prescrive una serie di accertamenti per poter indagare il problema. Tra questi un’ecografia e una visita neurologica al Centro Cefalee. Ma alla prenotazione tramite Cup, la prima data possibile indicatami per il mio accertamento è il 17 agosto 2022. E mi chiedo, se i miei problemi fossero molto gravi e da risolvere subito?

Come sempre si è costretti a procedere con cure mediche private. E tutti quelli che non possono permetterselo? La sanità non è un diritto di tutti? Niente di nuovo, ma come fermare l’indignazione?’

Indignazione, racconta ancora la paziente di Catanzaro ‘aumentata da alcuni “rifiuti’ a procedere sulla prescrizione delle ricette, tipo dell’ecografia e di un banale emocromo, che mi sono venute da parte del medico di base, riferite a limitazioni nella stessa” possibilità di procedere nelle ricette da parte di questi medici, non so se legate all’emergenza Covid o a cos’altro. Se ne riceve un senso di profonda rabbia e frustrazione. Sappiamo di avere medici molto bravi dal punto di vista clinico ma come sempre la burocrazia e la cattiva organizzazione creano problemi enormi’.

Più informazioni su