Quantcast

Le eccellenze calabresi della cardiologia in una serie di incontri promossi dall’Anmco

Al Pugliese Ciaccio nell'anno che si sta per concludere oltre 300 angioplastiche. Ciconte: "Numeri che dimostrano professionalità"

Più informazioni su

Eccellenze in Calabria? Tante, tantissime. E qualcuno non ci crederà ma la nostra regione si veste da regina anche nel settore sanità dove sempre più spesso si registrano presenze di luminari che partono dalla nostra terra alla conquista di un mondo nuovo. Sanità , cuore di una Calabria in ripresa. Cuore si, proprio il cuore. La cardiologia in Calabria, con Catanzaro in prima linea, rappresenta ancora una volta l’eccellenza della sanità con riscontri nazionali di assoluto valore medico e scientifico. Il reparto di cardiologia dell’ospedale Pugliese – Ciaccio guidato dal primario dottor Enzo Ciconte si distingue ancora una volta nel panorama regionale e nazionale del settore e questa volta grazie ad un convegno patrocinato ANMCO (associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri) che si è svolto già nel territorio della provincia di Cosenza e quella di Catanzaro e il prossimo 4 dicembre toccherà la piazza di Reggio Calabria. Medici del Pugliese, membri dell’ANMCO, sono stati protagonisti assoluti degli incontri sul tema “Scompenso cardiaco”. 

“Lo scompenso cardiaco – fa sapere il dottor Enzo Ciconte – rappresenta una delle patologie cardiache più importanti ed aumenta sensibilmente nei pazienti over 70 arrivando a superare il 10% dell’incidenza complessiva. Rimane una sindrome di difficile gestione colpita da elevata mortalità. Proprio per questo – incalza il primario del reparto cardiologia del Pugliese – abbiamo voluto questi incontri che, grazie all’intervento di importanti relatori, sono state messe in risalto le  ultime novità, riguardanti la terapia di questa grave patologia, pubblicate dalla società europea di cardiologia”.

Generico novembre 2021

Per quello che concerne la città di Catanzaro, l’ANMCO si è presentata in città con un convegno che si è svolto lo scorso 20 novembre in un noto albergo del quartiere marinaro. All’iniziativa hanno preso parte , oltre al dottor Ciconte, anche il segretario del consiglio direttivo regionale Calabria Anmco nonchè cardiologo interventista del Pugliese dottor Vittorio Pascale; il dottor Francesco Cassadonte responsabile Utic del Pugliese; il dottor Alessandro Ferraro responsabile dell’Emodinamica del Pugliese, il Dottor Francesco Arabia responsabile della Sincope Unit del Pugliese, il dottor Francesco Borrello esperto aritmologo, il dottor Roberto Caporale presidente regionale Anmco e il dottor Alfredo De Nardo Consigliere del direttivo Nazionale ANMCO. Sono intervenuti inoltre diversi specialisti provenienti da tutta la Calabria che, con il loro contributo, hanno reso il seminario di notevole rilevanza scientifica.

I lavori hanno affrontato il tema nella sua complessità e vastità con interventi dei diversi medici partecipanti. A seguito della pubblicazione delle nuove linee guida sullo scompenso cardiaco pubblicate lo scorso agosto dalla società europea di cardiologia si è parlato dei nuovi farmaci che hanno ridotto la mortalità in questa grave patologia. Sia nell’incontro di Cosenza che in quello di Catanzaro, i cardiologi della Calabria si sono confrontati sul tema per migliorare l’assistenza ospedaliera e territoriale. “Sono felice – conclude il dottor Ciconte – di poter affermare che anche in questa occasione i medici del reparto di cardiologia del Pugliese si sono distinti per professionalità ed impegno, valori che ogni giorno ci consentono di essere un reparto di eccellenza regionale e nazionale. Basti pensare che nel 2021 i numeri della cardiologia  dell’Ospedale pugliese-Ciaccio da me diretta, Centro HUB per la cura dell’infarto miocardico acuto con altre 300 angioplastiche primarie all’anno,  sono di assoluto valore ed importanza. Nello specifico abbiamo svolto oltre 2mila interventi di emodinamica coronarica e strutturale; più di mille interventi di elettrostimolazione ed elettrofisiologia e un sensibile incremento dei ricoveri ospedalieri e delle prestazioni ambulatoriali. Numeri che testimoniano l’alto livello presente tra i professionisti del nosocomio cittadino ma che ci spingono a far sempre meglio”.

Appuntamento per il terzo e ultimo incontro del convegno Anmco il prossimo 4 dicembre a Reggio Calabria. 

Più informazioni su