Quantcast

Covid Taverna, il sindaco dispone misure quasi da zona rossa. Ma i villaggi silani sono esclusi

Le restrizioni sono valide per il centro abitato, quello esposto agli attuali focolai. Nel dettaglio i vari provvedimenti restrittivi

Più informazioni su

Il sindaco di Taverna Sebastiano Tarantino con ordinanza numero 247 ha disposto dalla serata di ieri restrizioni quasi da zona rossa per il territorio comunale in seguito all’aumento dei casi Covid.

Tali provvedimenti, in vigore sino al prossimo 10 gennaio non coinvolgono però i villaggi silani, distanti dal centro abitato che, come si legge in una precisazione fornita stesso Comune poche ore fa non sono da considerarsi esposti agli attuali focolai e restano comunque sottoposti a quanto previsto dalla normativa nazionale anticovid.

Tornando alle restrizioni imposte al resto del territorio tavernese nel provvedimento del primo cittadino si vieta innanzitutto ogni spostamento all’interno dello stesso Comune, salvo che per comprovate e motivate esigenze lavorative, attività di studio, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, si consente il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Covid in provincia di Catanzaro, boom di contagi a Taverna. Sono 17 solo nella giornata di ieri

Resta inoltre permesso il transito solo qualora necessario a raggiungere altri territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti;

Viene inoltre imposta la sospensione del commercio ambulante;

La sospensione delle attività inerenti servizi alla persona (centri estetisti), inoltre è prevista la sospensione di tutte le attività inerenti le palestre;

La sospensione dell’attività di tutti gli esercizi commerciali al dettaglio, dalle ore 18.00, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità.

Rimarranno altresì aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie; sono sospese a partire dalle ore 18.00 alle ore 05.00 del giorno successivo le attività dei servizi di ristorazione (Bar, gelaterie e pasticcerie, etc.)

sono sospese le attività di ristorazione ( ristoranti, pizzerie e assimilati) dalle ore 20.00, rimane consentito il servizio da asporto è consentita la sola consegna al domicilio del consumatore e la prenotazione dovrà avvenire esclusivamente per via telefonica;

La chiusura dei locali aventi distributori automatici cosiddetti “h24”, che distribuiscono alimenti e bevande confezionate,

Sono sospese tutte le cerimonie riguardanti feste di compleanno e altri tipi di ricorrenze nelle quali sono previste assembramenti di persone;

La chiusura al pubblico di aree gioco, giardini pubblici o altri spazi pubblici compresi le aree e i campi sportivi;

In occasione dei funerali dovranno essere scrupolosamente rispettate tutte le normative vigenti in materia di anti-contagio da covid-19, e sono assolutamente vietati i cortei. L’accesso al cimitero sarà consentito solamente ai parenti stretti e per il tempo strettamente necessario alla tumulazione del feretro.

La chiusura al pubblico della biblioteca comunale;

La chiusura al pubblico della Casa Comunale, il pubblico potrà essere ricevuto solo previo appuntamento telefonico o tramite mail per comprovate urgenze e attività indifferibili. Il cittadino che volesse mettersi in contatto con l’Ente lo potrà fare telefonicamente o mediante le e-mail portale istituzionale;

È vietato il consumo su aree pubbliche di alimenti e bevande di qualsiasi tipo e genere, sia in forma itinerante che statica, in tutto il territorio comunale;
Di raccomandare il puntuale rispetto di tutte le normative vigenti in materia di COVID-19 e di non uscire assolutamente da casa se:
Sottoposti a quarantena;
Si abbiano sintomi di infezione respiratoria;
Si ha febbre superiore a 37,5 gradi.

Più informazioni su