Convegno Cisl Medici: “Sanità territoriale e Pnrr: quale futuro? Sicurezza delle cure nell’emergenza urgenza”

La prima sessione è stata coordinata dal Dott. Vincenzo La Regina Commissario Straordinario dell’AOU Mater Domini di Catanzaro

Si è svolto il 1 e 2 luglio presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro il Convegno su “SANITA’ TERRITORIALE E PNRR: QUALE FUTURO? Sicurezza delle cure nell’emergenza urgenza”, organizzato dalla CISL Medici Magna Graecia, a cui hanno preso parte anche esperti di varie regioni italiane.

convegno cisl medici

Hanno aperto i lavori il Dott. Biagio Papotto, componente esecutivo nazionale Cisl medici, il Dott. Nino Accorinti segretario regionale Cisl Medici Calabria e la Dott.ssa Luciana Carolei Segretaria Territoriale “Magna Graecia” che, tra l’altro, ha riferito del messaggio del Ministro della Salute On. Speranza.
La prima sessione è stata coordinata dal Dott. Vincenzo La Regina Commissario Straordinario dell’AOU Mater Domini di Catanzaro, e dal Prof. Giuseppe Profiti alla prima uscita pubblica dopo la nomina quale Commissario Straordinario di Azienda Zero Calabria, che ha evidenziato aspetti del finanziamento pubblico della spesa sanitaria e delle risorse per il PNRR.

Il primo relatore, Dott. Enrico Desideri Presidente della Fondazione Innovazione e Sicurezza in Sanità, portando la sua ultradecennale competenza di manager di diverse aziende sanitarie della Toscana, ha illustrato il nuovo modello di assistenza sul territorio e le condizioni necessarie per la concreta attuazione del PNRR.
E’ seguito l’intervento dell’Ing. Gennaro Sosto, Direttore Generale ASL Napoli 3 Sud, che ha evidenziato come l’esperienza della pandemia, la necessità di fornire nuovi percorsi all’assistenza, la deospedalizzazione e il DM 77 hanno spinto verso il nuovo modello di assistenza territoriale. Inoltre, si è soffermato sulla necessità di una “sanità digitale”, opportunità storica da cogliere grazie al PNRR.

In merito alla gestione del rischio sanitario il Prof. Andrea Minarini, Presidente Nazionale Società Italiana Gestori del Rischio in Sanità di Bologna, ha sottolineato come sia fondamentale la funzione di Risk Manager sul territorio con percorsi di autorizzazione e accreditamento.
La successiva Tavola Rotonda dal titolo “PNRR, un’opportunità per il rilancio della sanità territoriale” Presieduta dal Prof. Enrico Desideri e dal Dott. Biagio Papotto, ha visto la partecipazione del Dott. Gianluigi Scaffidi Commissario Straordinario AO Reggio Calabria, del Dott. Giuseppe Zuccatelli, del Presidente di Federsanità Anci Calabria Giuseppe Varacalli e del Segretario Generale Cisl Calabria Tonino Russo, che peraltro ha concluso i lavori della prima giornata.

Sono intervenute, inoltre, l’On. Amalia Bruni, vicepresidente Commissione Sanità Regione Calabria, e l’On Dalila Nesci Sottosegretario di Stato per il Sud
Nella sessione di sabato 2 luglio sulla sicurezza delle cure nell’emergenza urgenza, presieduta dal Prof. Pietrantonio Ricci e dal Dott. Maurizio Zampetti, componente esecutivo nazionale Cisl medici, il Dott. Riccardo Borselli Direttore dei SUEM 118 di Cosenza, ha fatto il punto sul servizio di Elisoccorso in Calabria; invece, il Dott. Domenico Menniti, Direttore dei SUEM 118 di Reggio Calabria, ha affrontato l’argomento della formazione dell’equipe sanitaria del soccorso portando l’esperienza del centro di simulazione avanzata della sua ASP.

Il Dott. Alberto Zoli, Direttore Agenzia Regionale Emergenza Urgenza Lombardia con la quale la Regione Calabria ha sottoscritto una convenzione, si è soffermato sulla necessità di avere dati attendibili per una seria programmazione del sistema di emergenza urgenza pre-ospedaliero e di una centrale unica in grado di coordinare i soccorsi. Ha auspicato che, con la nascita dell’Azienda Zero, dove convergeranno la gestione di tutte le attività di emergenza, venga garantita ai cittadini calabresi “una risposta omogenea sul territorio”.
A seguire, il Prof. Pietrantonio Ricci, Ordinario di Medicina Legale dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, ha fatto il punto sul valore delle linee guida nell’emergenza, soffermandosi sulla necessità di una idonea organizzazione e disponibilità di strumenti per il personale che opera sul territorio.
Ha concluso il Convegno l’Avv Domenico Donato di Roma, che ha analizzato alcuni aspetti dei contratti della dirigenza medica e della medicina convenzionata approfondendo la tematica dei rapporti di lavoro flessibile.