Volt Catanzaro, bene la firma all’appello per il clima servono interventi più coraggiosi

"Importanti interventi già posti in essere ma queste sono le nostre proposte"

Uno dei motivi principali che ha spinto gli iscritti di Volt Catanzaro a mettersi in gioco per queste elezioni – si legge in una nota di volt Catanzaro –  è stato sicuramente il tema ambientale, punto cardine del nostro partito e tanto caro a tutti i nostri tesserati, ma troppo poco considerato durante gli scorsi anni.

Ecco perché accogliamo con estremo piacere l’adesione del nostro sindaco all’appello per il clima firmato da tanti altri sindaci e tantissimi/e cittadini/e. Ben consapevoli che un appello non è qualcosa che cambia i fatti ma altrettanto contenti che finalmente Catanzaro sia nuovamente presente, al di fuori del proprio piccolo dibattito attorno a nomine, vecchi rancori e nuovi dissapori. A Catanzaro, finalmente, si torna a occupare delle vere tematiche, quelle che influiscono quotidianamente sulla vita dei cittadini e delle cittadine, di qualunque età ma ancor di più per i nostri piccoli concittadini, che in futuro pagheranno il prezzo più alto se non agiamo ora.

Siamo molto contenti delle azioni già messe in campo da Nicola Fiorita, come la rilevazione degli allacci abusivi all’acquedotto e l’accelerazione di lavori per la metropolitana di superficie. Detto questo però, bisogna dire che non sono questi interventi, per quanto importanti, a rendere la nostra Catanzaro più sostenibile. Catanzaro ha bisogno di azioni più coraggiose.

Pensiamo alla necessaria rivisitazione del progetto di bike sharing, già attivo in città, ma caduto in disuso dopo le prime due settimane di utilizzo per via delle forti problematiche che, noi di Volt Catanzaro, avevamo anzitempo individuato e per le quali avevamo proposto alcune soluzioni nella nostra lettera aperta all’ex-sindaco Abramo. Pensiamo alla regolamentazione dei monopattini elettrici, dove a nostro avviso diventa necessaria una liberalizzazione del mercato, per permettere a tutti i cittadini di Catanzaro di usufruire del servizio, non solo quelli del centro, nonostante d’estate il servizio sparisca, e quelli del quartiere Lido, ma che contestualmente crei degli spazi sicuri per la circolazione di questi mezzi.

Noi avevamo proposto il modello Amsterdam, con una segnaletica orizzontale apposita per questi mezzi e la creazione di punti di transito nelle zone del centro che non prevedano il passaggio sul pavè storico, cosa che rende pericoloso l’uso di questi mezzi. Crediamo infine, che sia necessaria la creazione di un’app di car sharing che permetta di spostarsi in città, decongestionando il traffico delle ore di punta, abbattendo le emissioni dell’”andare a lavoro” e non solo. Volt Catanzaro sarà sempre pronta a fare proposte che permettano alla città di svilupparsi in maniera sostenibile, a chiunque abbia orecchio per ascoltare. Volt Catanzaro c’è!”.