Primavera studentesca Umg, le esigenze degli studenti di scienze motorie non vengano strumentalizzate.

Il movimento puntualizza sulla vicenda servizi

Più informazioni su


    Dopo mesi di silenzio il movimento universitario “Insieme” – si legge in una nota – torna a manifestare le proprie idee sulla stampa. Spiace però constatare che l’occasione sia una improbabile risposta ad un nostro comunicato stampa che aveva solo ad oggetto le difficoltà denunciate da decine e decine di studenti del corso di laurea in scienze motorie e sportive. Il comunicato di “Insieme” è incomprensibile. La tecnica è sempre la stessa: screditare colleghi, come noi lo siamo, inventando, attraverso una tutta soggettiva interpretazione, affermazioni mai pronunciate e intenti mai pensati. Noi però non vogliamo polemizzare, e, allora, anziché accusare preferiamo puntualizzare le nostre idee. Il nostro pensiero è chiaro: gli studenti del corso di laurea in scienze motorie e sportive meritano un diverso trattamento. I rappresentanti di “Insieme” ci rispondono che l’università ha speso nel merito trecentomila euro e che la struttura è idonea? Va bene, ma noi rimaniamo della nostra convinzione: si deve fare di più, programmando, in un periodo medio, lo spostamento del corso in questione presso il campus universitario della città. Poco importa, inoltre, se rispetto alla struttura che precedentemente ospitava il corso si sia fatto un passo avanti; le cose non solo vanno fatte, ma vanno fatte bene e con cognizione di causa. Vogliamo inoltre alzare il livello della discussione: sappiamo infatti che le richieste degli studenti, per quanto condivisibili e legittime, non possono essere soddisfatte in ventiquattro ore. La parola magica è dunque una: programmazione. La stessa che occorre per tutto il resto: dai servizi alla offerta formativa. Tutto il resto è dannoso. Veniamo accusati di screditare l’immagine dell’ateneo; al contrario noi vogliamo migliorarlo dando un contributo concreto come abbiamo sempre dimostrato. L’università di Catanzaro può e deve rappresentare l’ambiente di una formazione libera e d’eccellenza.

    Più informazioni su