Quantcast

Scuola, al Fermi un anno all’insegna della formazione internazionale

Per l'istituto catanzarese scambi culturali con Finlandia, Francia, Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Germania

Più informazioni su


E’ stato un anno scolastico all’insegna dell’apertura all’Europa grazie alle molteplici attività dei progetti Erasmus+ e dei progetti di scambi culturali per l’Istituto d’Istruzione Superiore Fermi di Catanzaro diretto dal dirigente Scolastico Teresa  Agosto.

Risale a poche settimane fa, – ricorda una nota stampa – dal 9 al 15 dicembre, l’ultima mobilità di apprendimento dell’anno. Quattro alunne del liceo delle Scienze Umane, accompagnate dal Dirigente Scolastico e dalla professoressa Ester Pulega sono state accolte dal liceo Mäntsälän lukio, nella cittadina di Mäntsälä, in Finlandia  Si è trattato della quarta delle cinque mobilità previste dal progetto Erasmus+KA2 “Ipso Facto (Innovative Pedagogical Scenario On Food And Consumption Trends and Opportunities)”, uno dei tre progetti Erasmus+ attualmente in corso di realizzazione in partenariato anche con la Francia e la Repubblica Ceca (mentre Polonia, Portogallo e Romania e Spagna e nuovamente Francia, sono i paesi partner rispettivamente dei progetti Erasmus+ KA2 “Un homme sain dans un environnemnt sain” e “Nuevos Ulyses, Viajes en busca del patrimonio europeo común”).

Le mobilità di breve e lunga durata (dai 7 ai 61 giorni) dei progetti Erasmus+, realizzate grazie ai fondi europei, hanno coinvolto nell’arco dell’anno ben 34 studenti del Liceo Linguistico, del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Sportivo, 10 docenti e il Dirigente Scolastica.

Non si tratta di turismo, ma di importanti attività formative rientranti nella programmazione didattica delle classi coinvolte. Le attività sono realizzate in gruppi di lavoro internazionali e incentrate sull’acquisizione della competenza multilinguistica, della competenza in materia di cittadinanza, della competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, della competenza digitale: tutte competenze chiave per poter diventare cittadini europei competenti, consapevoli e responsabili.

“Tali attività rientrano nella già ricca Offerta Formativa dell’Istituto” dichiara con soddisfazione Teresa Agosto “e permettono davvero di cambiare vita e aprire la mente come recita il motto del più famoso programma europeo Erasmus che nel 2017 ha festeggiato già 30 anni. Sono orgogliosa di quanto i nostri docenti e gli alunni stanno realizzando in tal senso, accettando di mettersi in gioco per continuare a crescere e del fatto che tutto questo rende la nostra scuola con più progetti Erasmus+ finanziati nella nostra città”.

Ma non sono solo i progetti Erasmus+ a permettere di incontrare, conoscere e crescere in Europa: infatti nel corso del 2018 grazie ai due gemellaggi con licei tedeschi delle città di Xanten e di Haren nella regione della Bassa Sassonia, altri 35 alunni del liceo linguistico accompagnati dalle docenti Maurizia Maiano e Maria Grazia Leonetti hanno fatto esperienze di mobilità all’estero.

Ma le esperienze all’estero continuano, infatti a breve, già da 1 febbraio, per 8 giorni, 16 alunni delle classi 2A del liceo linguistico e 2D del liceo scientifico, accompagnati dalla docente Caterina Mazzuca, referente dei progetti Erasmus+/eTwinning del liceo, nonché da  Francesca Migliarese e dal dirigente Scolastico si recheranno nella città di Albacete in Spagna, alla scoperta “del patrimonio europeo comune”. Seguirà a marzo l’accoglienza dei 24 studenti del Lycée, Cfa et Cfppa di Douai-Wagnonville della regione Nord-Pas de Calais, nuovo gemellaggio che si aggiunge alla già ricca Offerta Formativa del liceo.

I dettagli dei progetti e i risultati sono disponibili nella sezione “Erasmus+/eTwinning” creata sul sito web del Liceo: http://www.iisfermi.gov.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1337

Più informazioni su